Home / Maternità / Bambini / A chi affidare i bambini mentre si è a lavoro
A chi affidare i bambini mentre si è a lavoro

A chi affidare i bambini mentre si è a lavoro

Si avvicina la chiusura delle scuole. E’ tempo per mamma e papà di decidere a chi affidare il piccolo di casa mentre si lavora in vista delle vacanze.

A Napoli un vero e proprio “must”, dopo i nonni e la classica baby sitter, si riteneva avrebbero potuto essere le tagesmutter. Il termine è tedesco e può essere tradotto in “mamma di giorno” cioè una persona che accoglie a casa propria e segue in maniera professionale un piccolo numero di bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni.

La Tagesmutter è un’educatrice specializzata nella prima infanzia che con i genitori stringe il patto educativo preciso di far giocare e socializzare i piccoli. La casa non è una casa qualunque, ma un ambiente a misura di bambini: sicuro e attrezzato per il gioco.

Qualche anno fa il Comune di Napoli provò a promuovere questo modello attraverso il progetto “Mamma accogliente” che, mediante un bando pubblico, puntava ad individuare 100 mamme, dieci per ciascuna Municipalità, che potessero venire incontro alla domanda crescente in tutte le zone della città di asili nido. Il progetto però, purtroppo, non è mai partito.

Le realtà di questo tipo in città, gettonatissime, sono due:

“A casa di Francesca”, aperto circa 9 anni fa a Montesanto,

“A casa di Simona”, nato circa 7 anni fa al Corso Vittorio Emanuele.

Da settembre, purtroppo, resterà aperta solo “A casa di Simona”,  perché Francesca – 44 anni e due figli adolescenti – ha finalmente avuto la cattedra di insegnante che sognava.

Bambini: gli accessori per l’asilo nido più venduti sul web

Set asilo nido – 3 pezzi

Bavaglini Set asilo nido

Set Asilo da ricamare

Set Gli amici del bosco

Leggi Anche

La famiglia del bimbo non paga la retta ma lo serve lo stesso: dipendente licenziata dalla mensa scolastica

La famiglia del bimbo non paga la retta ma lo serve lo stesso: dipendente licenziata dalla mensa scolastica

Un caso che sta facendo discutere non poco e che ora ha definitivamente oltrepassato i …