Home / Make up / Acconciature per damigelle adulte: 7 consigli preziosi
Acconciature per damigelle adulte: 7 consigli preziosi

Acconciature per damigelle adulte: 7 consigli preziosi

Sostenere il ruolo di damigella è un impegno che va onorato al meglio, anche scegliendo il look capelli più adeguato. Estetica ha chiesto a Toni Pellegrino, hairstylist partner Wella Professionals, di regalarci i suoi preziosi consigli per orientarsi al meglio.

La star di un matrimonio, si sa, è la sposa. Ma dietro ogni grande sposa c’è anche una grande damigella: è la figura che le sta a fianco per supportarla moralmente, aiutarla a gestire le questioni pratiche, occuparsi che tutto vada per il meglio. Una sorta di angelo custode la cui presenza si dimostra fondamentale nella giornata del Sì.

Per questo l’immagine di una damigella deve essere curata quanto quella della sposa. L’hairstylist Toni Pellegrino – direttore creativo del gruppo The Best Club by Wella dal 2010, fondatore del franchising “Art Science by TONIPELLEGRINO” nonché tutor da sette stagioni di “Detto, Fatto”, trasmissione prodotta da Endemol Shine – ha risposto alle domande di Estetica a questo riguardo, regalando 7 preziosi consigli su come scegliere e gestire l’acconciatura da damigella.

Quali sono i passaggi preparatori per il look della damigella in carica?

I passaggi preparatori per il look della damigella vanno di pari passo a quelli della sposa: scelta dell’abito, scelta dell’acconciatura e del makeup. Se il matrimonio ha un tema, un passaggio fondamentale è il coordinamento con la sposa o con chi è incaricato dell’organizzazione.

Se il matrimonio si tiene lontano dalla propria città e non c’è la possibilità di farsi seguire dal parrucchiere di fiducia, è importante inviare alla wedding planner una foto dell’abito che si indosserà, una foto dei propri capelli e alcune foto ispirazionali per l’acconciatura desiderata. Così da agevolare il lavoro del parrucchiere che si prenderà cura di lei.

Andando un po’ più sul tecnico, per quanto riguarda il taglio e il colore il mio consiglio è di farlo una o due settimane prima delle nozze. La programmazione di questi servizi dipende dalle proprie esigenze e dalla tipologia dei capelli. Per chi ha una crescita veloce, è bene non andare oltre la settimana.  Per chi non colora i capelli, il consiglio è di richiedere comunque un colore vegetale neutro o dei trattamenti idratanti, o lucidanti. Perfetti ovviamente anche per chi colora, per arrivare al gran giorno con i capelli belli e sani.

Quali sono le soluzioni styling più attuali per evitare di competere con il look della sposa?

Direi che non esiste, in realtà si va di buon senso, rispetto ed eleganza. Se si è damigelle, sicuramente si è amiche della sposa e si conoscono in anticipo tutti i dettagli delle nozze. Direi quindi che per non entrare in competizione con la sposa basta non scimmiottarla e non copiarle il look. Se c’è un tema, la damigella dovrà essere in armonia con il mood del matrimonio, ma lasciando sempre la scena alla sposa. Rispettandone anche i desideri. La sposa opta per un raccolto, ma gradisce le damigelle con i capelli sciolti? Assecondiamola. Ma ci sono casi in cui la sposa invece vuole lo stesso look per se stessa e per le damigelle… insomma non c’è una regola di styling, bensì di armonia generale.

E quali per il taglio?

In linea di massima vale la stessa regola dello styling. Se, per esempio, la sposa ha un caschetto nero o un caschetto con una frangia ben marcata, la damigella dovrebbe evitare di presentarsi alle nozze con lo stesso taglio. Ma se le due amiche hanno già lo stesso taglio non possiamo certo pretendere che l’una o l’altra lo cambino! In questo caso si lavorerà di dettagli per rendere meno simili i due look. Ecco che allora uno styling diverso o un accessorio possono fare la differenza.

Come vedi una damigella in taglio corto?

La damigella in taglio corto va benissimo. L’importante è fare sempre attenzione alla morfologia del viso per avere un look appropriato alla forma del volto. E ricordiamoci che anche il colore gioca un ruolo importantissimo per un risultato finale ottimale. Il colore dovrebbe sempre intonarsi agli occhi e all’incarnato.

Suggerisci l’uso di accessori? Se sì, quali sono i più adatti secondo te?

Gli accessori sono indispensabili per completare il look, soprattutto se la damigella ha i capelli corti o, come abbiamo ipotizzato, ha lo stesso taglio della sposa. Gli accessori come diademi e corone sarebbero da evitare in quanto caratterizzano generalmente il look della sposa. Tuttavia, se si vogliono indossare questi accessori, allora è indispensabile giocarci un po’ e sdrammatizzarli. Un esempio: posizionare il diadema o la tiara non come una corona, ma come un più semplice cerchietto. E poi via libera a fermagli gioiello, nastri in tessuti preziosi o alle coroncine di fiori. O perché no? anche ad accessori più etno-chic. Non importa tanto la preziosità, ma è essenziale che dialoghi bene con l’outfit.

Ci sono delle cose assolutamente da evitare nei giorni precedenti un’occasione così importante per non  compromettere il risultato finale?

L’unica cosa che mi sento di consigliare è di non esagerare troppo con i cocktail la sera prima del matrimonio, giusto per non perdere il piacere di festeggiare il giorno dopo! In realtà, ciò che si dovrebbe evitare è la noia, il non divertirsi. La damigella dovrebbe stare sempre con la sposa e divertirsi con lei prima, durante e dopo il fatidico sì. Tornando a parlare di capelli: se la sera prima o il giorno del matrimonio non si potrà lavare i capelli è molto importante evitare l’uso di creme, schiume, lacche e altri prodotti vicino alle attaccature perché questi prodotti possono appesantire i capelli e comprometterne la lavorabilità. I capelli devono essere puliti per facilitare il lavoro del parrucchiere che realizzerà l’acconciatura e che preparerà i capelli a seconda del look da ottenere.

Qual è la tipologia di prodotto indispensabile per queste acconciature?

Non c’è un prodotto specifico per l’acconciatura, anche se di base si applicano degli spray texturizzanti a tenuta più o meno forte per rendere i capelli corposi, ben strutturati, ma flessibili e lavorabili, non appiccicosi, elettrici o crespi. La scelta di prodotti-attrezzi specifici è a discrezione del parrucchiere che sa cosa fare per ogni singola acconciatura perché conosce bene i prodotti che utilizza. Bisogna anche sfatare il mito per cui i capelli devono essere un po’ sporchi per ottenere una buona acconciatura. I capelli possono essere lavati il giorno stesso delle nozze, purché al momento dello styling si utilizzino i prodotti giusti per avere un ottimo risultato finale.

matrimonio

damigella

toni pellegrino

Pubblicato il 12.04.2019

Acconciature per damigelle adulte: 7 consigli preziosi

Leggi Anche

“Arthur Davies”, eleganza in un giorno pastello. Lifestyle a due...

“Arthur Davies”, eleganza in un giorno pastello. Lifestyle a due…

21.04.2019 – 10.18 – Tocco di Lifestyle di un pomeriggio prima di Pasqua. Due settimane …