Home / Make up / Viso / Bella Hadid ci racconta di viaggi, di bellezza e di cosa la rende …
Bella Hadid ci racconta di viaggi, di bellezza e di cosa la rende ...

Bella Hadid ci racconta di viaggi, di bellezza e di cosa la rende …

Testo di Lisa Niven

Atterrare dopo un lungo viaggio in aereo per dirigersi immediatamente ad un party, il tutto apparendo riposata e piena di energia è più difficile di quanto sembri. Ma se c’è qualcuno che sa come riuscirci – perché, come si dice, la pratica rende perfetti – è Bella Hadid.

«Viaggio molto e spesso mi capita di dovermi recare direttamente sul set non appena atterrata. Per questo uso il consiglio di mia mamma, di mantenere sempre la mia pelle al meglio. Mi lavo il viso non appena salgo in aereo, quindi applico il siero e la crema notte che porto sempre con me quando sono in viaggio. Poi cerco di riposare e ripeto il tutto appena mi sveglio», ci racconta Bella dalla capitale londinese dove è in visita per il party di lancio della nuova collezione Dior Backstage, che ha debuttato la scorsa settimana durante la sfilata Cruise di Dior. «Di conseguenza, quando si fa ora di scendere dall’aereo, il mio volto appare riposato e idratato. Inoltre, porto sempre con me un correttore, specialmente quando sono particolarmente stanca, così posso cancellare borse e occhiaie».

L’estate è iniziata da poco ma il calendario estivo di Bella ha già fatto il pieno con viaggi a Cannes, a Parigi e a New York lo scorso mese e con comparse all’evento di Fashion for Relief e sul red carpet del Met Gala.  Di certo non eventi a cui ci si può presentare con un abito vecchio e con il trucco dell’ultimo minuto. E nonostante la modella 21-enne sia attenta a non lamentarsi mai – i suoi modi sono sempre impeccabili ed è di una gentilezza senza eguali – Bella sa quanto è importante prendersi cura di sé, specialmente quando si viaggia e lavora tanto quanto lei.

More

A post pregnancy beauty weekend

by Francesca Giorgetti

Kate Moss’ amazing legs reveal

«Tengo sempre i miei olii essenziali e i cristalli a portata di mano. Mi assicuro di creare sempre un’energia positiva dentro e attorno a me in aereo perché a volte vado in panico quando viaggio troppo. Sono sola la maggior parte del tempo quindi cerco di fare in modo di portarmi dietro cose che mi fanno sentire a casa. Rendo l’aereo un po’ come casa mia», ci racconta. «Ho i miei cristalli nella tenuta in campagna dove viviamo e ci assicuriamo sempre che siano carichi prima che parta per un viaggio. Mia mamma ne posiziona alcuni piccoli all’interno della mia valigia, cosa che trovo molto tenera. Una delle mie make-up artist in Corea sa che livelli di stanchezza posso raggiungere e mi ha dato una scatola di ginseng liquido in bustine. Ha un sapore tremendo ma è una vera iniezione di energia. Di recente ho anche cercato di stare lontana dal caffè e sono alla ricerca di metodi olistici di mantenere un buon livello di energia durante la giornata. Ma la maggior parte delle volte, quell’energia viene da dentro. Si tratta di metterci tutto il proprio impegno e trovare la concentrazione».

Bella continua a rimanere molto vicina alla famiglia, inclusa la sorella Gigi, e frammezza la conversazione con riferimenti ai suoi cari. Anzi, attribuisce a sua mamma, che descrive come “la persona più altruista al mondo”, il merito della meticolosa cura delle pelle che segue lei stessa.
I miei primi ricordi legati al mondo della bellezza sono quelli di mia mamma che mi raccontava dell’importanza di prendersi cura della propria pelle e mantenerla luminosa e in salute e, solo dopo, di pensare al trucco. Ho fatto equitazione sin da piccola, quindi non ero una di quelle ragazze che mette molto trucco», ammetta candidamente. «Ma ricordo di quando andai a sbirciare nell’armadietto dei trucchi di mia mamma, presi l’eyeliner più scuro che trovai e iniziai ad usarlo al mattino dopo essere uscita di casa, prima di entrare a scuola, per poi toglierlo prima di rientrare. Ero molto ribelle in fatto di trucco da ragazzina, probabilmente per il fatto che ai miei genitori non piaceva. Ma c’erano piccole cose che mi facevano sentire più stessa».

Naturalmente, ora che ha un contratto con Dior Beauty, Bella ha tutte le opportunità che desidera per sperimentare con trucco e trattamenti. Per non parlare dell’infinità di prodotti che può divertirsi a testare.
«Nel mio lavoro non ho molto potere decisionale rispetto a ciò che faccio, per cui quando vado alle feste o agli eventi mi piace essere creativa e desidero che le persone attorno a me possano esserlo altrettanto. Quando si tratta di capelli e trucco mi vengono in mente tanti look da provare. Ho salvato centinaia di immagini sul mio telefono dagli anni ’40 agli anni ’90. Possono essere foto di dive del passato o di persone che ho visto in foto delle marce di protesta anni ’70 e cose simili. Per il compleanno di mia sorella qualche mese fa, abbiamo provato un make up occhi molto sexy con nuance ombrate blu e nere. Splendido! È davvero meraviglioso poter lavorare con individui così straordinari come [il make up creative e image director per Dior] Peter Philips. È nel settore da anni e non è solo un make up artist ma un vero artista per come utilizza il volto, come se fosse una tela».

E nonostante Bella ami i prodotti di bellezza e ami sperimentare col trucco – «nella collezione Dior Backstage c’è una serie di illuminanti per il viso favolosa che ho tentato di “rubare” a Peter Philips per circa un anno e mezzo e ora finalmente ne ho una tutta mia!» – durante i rari momenti in cui ha tempo libero, la sua mente va a tutt’altro.

«Sai cosa, il mio incubo peggiore è fare la manicure. Non è affatto naturale per me», ci racconta ridendo. «Quando ho un po’ di tempo libero mi piace togliermi tutto quello che la gente vede di me nelle vesti di personaggio pubblico. Quindi niente trucco, preferisco essere me stessa e passare il tempo sul divano con le amiche. È così che trascorro il tempo libero. Lo sfarzo, il glamour, l’essere coccolate sul set sono tutte cose che fanno piacere ma non è ciò che mi rende davvero felice».

Ciò che la rende felice e ciò su cui vorrebbe investire più tempo in futuro sono i progetti filantropici. Bella sceglie le parole con cura: «Non amo chiamarla beneficenza. Quello che desidero è fare qualcosa che mi faccia sentire realizzata dentro, aiutare la gente e cercare davvero di cambiare il mondo in qualche modo». Ma è chiaro che Bella sia consapevole della propria posizione privilegiata ed è decisa a non darla per scontata.
«Penso che l’unico modo in cui sarò in grado di continuare a raggiungere i miei obiettivi sarà aiutando gli altri a raggiungere i propri», ci racconta. «Ho più o meno raggiunto tutti gli obiettivi che mi ero prefissata ma non smetto mai di fissarne altri e spero che sarà sempre così. Ma nel futuro prossimo desidero fare cose per la felicità del mio animo. Un lavoro più intimo e spirituale piuttosto che lavoro nel senso pratico e letterale del termine».

Originariamente pubblicato su Vogue.co.uk

Leggi Anche

Come nascondere i brufoli sul viso con il make up

Come nascondere i brufoli sul viso con il make up

Avere brufoli sul viso o soffrire di acne può creare disagi nel mostrare la pelle senza trucco. …