Home / Shopping / Abbigliamento / Bio o componibile, al Micam la scarpa è innovativa
Bio o componibile, al Micam la scarpa è innovativa

Bio o componibile, al Micam la scarpa è innovativa

Design, ricerca, nuovi materiali, attenzione alla natura, le collezione di calzature presentate al Micam, la manifestazione internazionale in corso fino a domani a Fiera Milano, presentano novità e tendenze che non passano inosservate.

Scarpe particolari come quella proposta nei modelli décolleté e sandalo, pitturata a mano che può essere personalizzata con un nome o una data particolare: si chiama Naturella, è in pellame ed è al 100 per cento bio, ovvero super ecologica visto che può essere smaltita nell’umido. Ma attenzione, non è una scarpa usa e getta perché è una creazione luxury per donna adatta ai momenti più importanti. Le ha create Loriblu, lo storico marchio di Sant’Elpidio (Fermo), che quest’anno celebra i 40 anni del sandalo Mignon, il suo primo grande successo e ne ripropone un revival, la Anniversary Edition. Più che attuale Mignon è una scarpa futurista, col suo tacco da sette centimetri, che nel 1978 rappresentava una novità dirompente nel panorama calzaturiero made in Italy.

La designer milanese Francesca Mambrini, invece, presenta una linea lusso – interamente prodotta nelle Marche – che debutterà nelle migliori boutique mondiali e si distingue per le applicazioni: pellami sono di vitelli e camosci e, attraverso una lavorazione artigianale al laser, riproducono sulla tomaia un rivestimento a piume di uccello o hanno decorazioni a paillettes e fiori di tessuto, tacco da 11 centimetri cromato.

Debutto per Acbc, aziende milanese fondata e diretta da Gio Giacobbe, che presenta un prodotto innovativo a tecnologia modulare: sulla suola si monta con una pratica zip una tomaia che spazia da una sneakers a uno stivaletto. Calzature pratiche e versatili, soprattutto per i viaggiatori che possono portarsi dietro “tante paia di scarpe in una” riposte in un bagaglio a mano.

Novità anche per i più piccoli con la collezione Colorissima di Lelli Kelly che ha creato il primo esempio di scarpa interattiva. Le bambine che le indossano, infatti, possono personalizzare la calzatura come se fossero delle stiliste e scegliere di colorarne gli accessori a forma di cuore venduti assieme alle scarpe. Un nuovo modo per stimolare la creatività e al tempo stesso, a seconda del colore che una bambina sceglie, fornire ai genitori una semplice e immediata indicazione del suo umore.

A Micam la sperimentazione trova spazio anche in una nuova area dedicata agli Emerging Designers: qui la fantasia la fa da padrona e si scoprono calzature davvero originali, tra cui i modelli di Footwear Art, ispirati alla forma morbida di una buccia di banana, oppure all’eleganza del tucano.

Leggi Anche

Street Style moda: i 10 look 2018 da portare nel 2019

Street Style moda: i 10 look 2018 da portare nel 2019

Lo street style del 2018 ha portato grandi ritorni e altrettante novità nel guardaroba femminile, …