Home / Maternità / Gravidanza / Chiara nasce in trattoria: i medici avevano detto alla mamma di …
Chiara nasce in trattoria: i medici avevano detto alla mamma di ...

Chiara nasce in trattoria: i medici avevano detto alla mamma di …

Chiara nasce in trattoria, protagonista (insieme alla mamma) di un parto a sorpresa, letteralmente: anche per i genitori che non sapevano che la gravidanza fosse così inoltrata, tutt’altro. E così, in quello che la donna credeva fosse un sabato come tanti, Sara Pollesel, neo mamma di Chiara nata lo scorso sabato, e di Edoardo, nato il 21 novembre 2017 anch’egli a sorpresa, si reca tranquillamente in trattoria a Godega, in provincia di Treviso, pronta a passare iuna serata fuori e assolutamente lontana – almeno di 5 mesi – dall0’idea di partorire: i medici, infatti, le avevano detto di essere al terzo mese di gravidanza

Treviso, Chiara nasce in trattoria

Invece la piccola Chiara si era annidata nell’utero materno già da almeno 8 mesi e mezzo, e quando ieri ha deciso di venire alla luce non è certo per la fretta di nascere anzi tempo, tutt’altro. Eppure i medici avevano diagnosticato alla mamma una gravidanza al 3° mese, probabilmente forviati dal fatto che Sara aveva accusato lo strano fenomeno di perdite ematiche simili al ciclo mestruale fino a gravidanza inoltrata, tanto da rendere difficile – a questo punto diremmo impossibile – stabilire la data esatta dell’ultimo ciclo e dunque risalire alla data del concepimento così da poter stabilire una data approssimativa per il parto. Un errore che ancora lascia sgomento il papà della piccola che, dalle colonne di Leggo apprendiamo, ancora non si spiega come sia stato possibile l’errore in cui sua moglie sia incappata: «Chiara è nata in perfetta forma, racconta Michele Battel, marito di Sara – ma secondo i medici che avevano visitato mia moglie ad agosto, al momento del parto avrebbe dovuto essere incinta di soli tre mesi. Mi chiedo come sia possibile nel 2018».

Il travaglio in trattoria: i clienti del locale assistono la partoriente

Ma tant’è: sabato scorso Sara si trovava nella trattoria Dalla Rosy di Pianzano, un locale che la donna che gli dà il nome gestisce insieme al marito. Sara a un certo punto della serata ha accusato un gran mal di schiena, raccontano i testimoni del lieto evento: di lì a poco, infatti, sarebbe nata la piccola Chiara. Con sommo stupore ma grande prontezza di spirito di tutti i presenti in trattoria che, al momento del parto, hanno aiutato i genitori a far venire alla luce la piccola. Mamma e bimba stanno bene: più che altro, adesso, dovranno riprendersi tutta dalla sorpresa

 

Leggi Anche

Interruzione volontaria di gravidanza: replica ASP a UDI

Interruzione volontaria di gravidanza: replica ASP a UDI

Interruzione volontaria di gravidanza: replica del direttore dell’unità operativa di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di …