Home / Benessere / Corpo / Commercio abusivo: denunciato il figlio del “re delle televendite”
Commercio abusivo: denunciato il figlio del "re delle televendite"

Commercio abusivo: denunciato il figlio del “re delle televendite”

Milano
Commercio abusivo: denunciato il figlio del “re delle televendite

Milano, 13 apr. (askanews) – Metteva in vendita su due canali del digitale terrestre anelli, collane, braccialetti, orecchini e altri gioielli in argento senza l’autorizzazione necessaria per commerciare oggetti preziosi. Ruben D’Anna, figlio del “re delle televendite” Giuseppe D’Anna, è stato sorpreso dalla polizia che lo ha denunciato, sequestrandogli anche 135 gioielli in argento del peso complessivo di 1 chilo e 600 grammi, per un valore commericiale stimato di circa 6 mila euro.

Ruben d’Anna è titolare di un impresa individuale ad Assago, Comune alle porte di Milano, autorizzata alle televendite di bigiotteria. Il blitz della polizia all’interno della società è scattato ieri sera, in seguiti ai controlli effettuati nei giorni scorsi dagli agenti della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura. Accanto al magazzino, dove c’erano articoli di bigiotteria, chincaglieria ed accessori di abbigliamento come borse, foulards e portafogli, c’era uno spazio adibito a sala registrazione e dotato di tavoli, monitor e consolle audio. Una verifica che ha portato gli agenti a trovare gioelli in argenti che l’azienda non poteva commercializzare.

L’uomo, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, si è giustificato assicurando che la merce gli era stata spedita da un suo conoscente di Vicenza che gli aveva chiesto di metterli in vendita nella sua trasmissione televisiva, come dimostrerebbero le fatture e documenti di traporto mostrati agli agenti. Per lui è comunque scattata una denuncia per commercio non autorizzato di cose preziose.

Leggi Anche

Skull Rings: gli anelli con il teschio amati dai motociclisti

Skull Rings: gli anelli con il teschio amati dai motociclisti

Andare in moto è una passione. I più temerari non rinunciano mai alla loro amata …