Home / Maternità / Convegno FIDAPA Catanzaro “Il percorso della maternità: nuove frontiere”
Convegno FIDAPA Catanzaro “Il percorso della maternità: nuove frontiere”

Convegno FIDAPA Catanzaro “Il percorso della maternità: nuove frontiere”

CATANZARO 7 MAGGIO  – Si terrà mercoledì 8 maggio, a partire dalle ore 17.00, presso i locali dell’Ordine dei Medici di Catanzaro, l’importante convegno promosso dalla Fidapa di Catanzaro, in aderenza al tema Internazionale Fidapa BPW Italy, 2017/2020, organizzato dalla Past Presidente Fidapa Catanzaro, Marcella Russo, con il patrocinio dell’Ordine dei Medici e dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Catanzaro.

“ Il percorso della maternità: nuove frontiere ”: un evento pensato per informare, sostenere e supportare le donne, nelle diverse fasi del lungo percorso della propria maternità.

Per molte donne, la maternità rappresenta un sogno, un desiderio, una speranza, la realizzazione della propria femminilità; per molte altre, descrive un aspetto, non necessariamente essenziale, della propria esistenza.

Certo è che questo dono che la natura concede al genere femminile rappresenta, per moltissime donne, un percorso complesso, fatto di ansie, paure, perplessità, condivise, il più delle volte, con gli affetti più cari,  ma anche con gli operatori, sanitari e non, incontrati nel corso del proprio cammino verso la genitorialità.

Ed è proprio a queste donne che la Federazione Italiana Donne Arti, Professioni ed Affari, di Catanzaro, intende rivolgersi, allo scopo di tenerle aggiornate sulle nuove frontiere della scienza e della tecnica  mediche, nella speranza di contribuire, attraverso la veicolazione di dette informazioni, a rendere tale percorso quanto più naturale ed agevole possibile, nell’interesse dell’intera famiglia.

“Certamente, ogni gravidanza, ogni esperienza di maternità, rappresenta una storia a sé, condizionata da innumerevoli fattori, clinici, prima di tutto, rispetto ai quali molto, oggi, è possibile fare…”, scrive la Presidente Fidapa Catanzaro, Costanza Santimone. “… È nostro intendimento contribuire a rimuovere quegli ostacoli, di varia natura, che spesso si frappongono alla realizzazione di quello che, per molte donne e per molte coppie del nostro territorio, rappresenta un forte desiderio, quello della genitorialità, auspicando una maggiore sinergia tra le diverse figure professionali interessate, in funzione di un più adeguato sostegno alla famiglia, prima, durante, ma soprattutto dopo l’uscita di quest’ultima dalle strutture sanitarie ”.

Leggi Anche

Lazio, al via il progetto “Ospedale amico delle donne migranti”

Lazio, al via il progetto “Ospedale amico delle donne migranti”

 Il progetto “Ospedale amico delle donne migranti – la salute non ha etnia” è stato …