sottoscrivi: Notizie | Commenti

Dolori mestruali e menopausa

10 commenti
Dolori mestruali e menopausa


I dolori mestruali (dismenorrea) affliggono, in forma più o meno pesante, quasi tutte le donne fertili. Possono essere distinti in dismenorrea primaria (detta anche intrinseca o idiopatica) e dismenorrea secondaria.
Nel primo caso, i disturbi iniziano poche ore prima della mestruazioni e persistono per i primi due giorni, mentre nella dismenorrea secondaria il dolore interessa l’intero periodo mestruale e talvolta la fase follicolare.
Durante il periodo mestruale, la muscolatura uterina si contrae per espellere le cellule endometriali in disfacimento. Ma i dolori mestruali non sono costituiti solamente da fitte allo stomaco. I sintomi più comuni, infatti, sono mal di schiena, sbalzi d’umore, nervosismo, stanchezza.
Quando la dismenorrea diventa importante, è fondamentale un consulto medico, per poter così prevenire, nei casi più gravi, infertilità e gravidanze extrauterine.
Numerosi sono i medicinali che aiutano a combattere i dolori mestruali: Moment Rosa, DonnaMag, Brufen, Antalgil, Aulin, Buscofen. Oltre a questi sono consigliati anche prodotti naturali come infusi di melissa, tisane di valeriana, vite rossa, menta ed edera. E’ ovvio che l’indicazione di farmaci qui contenuta è solo a titolo informativo in quanto, a livello statistico sono quelli maggiormente usati dalle donne. E’ pertanto raccomandabile di rivolgersi al proprio medico per valutare i farmaci idonei prima dell’assunzione.

Menopausa - Vampate di calore

Menopausa - Vampate di calore


La menopausa è un periodo fisiologico della vita di ogni donna che corrisponde al termine del ciclo mestruale e dell’età fertile. Generalmente si manifesta tra i 50 e i 52 anni. In questo periodo le ovaie smettono di produrre estrogeni e follicoli e ciò provoca una serie di alterazioni che riguardano gli aspetti metabolici, psicologici, sessuali e trofici.
Secondo l’ipotesi più accreditata sulla causa della menopausa, l’organismo utilizza in una prima fase i follicoli più resistenti che, una volta consumati, vengono sostituiti. La sostituzione, però, comporta un danneggiamento di questi, e, quindi, la deplezione-atresia follicolare.
I sintomi immediati sono nervosismo, ansia, irritabilità, depressione, vampate di calore e di freddo, disturbi del sonno. In seguito solitamente si assiste a un assottigliamento e disidratazione della pelle, prurito, disturbi alle articolazioni e alla massa muscolare, disturbi urinari e dolori vaginali.
Nelle donne in stato di menopausa è stato registrato un aumento delle malattie cardiologiche e dell’osteoporosi.
Non trattandosi di una malattia ma di uno stato fisiologico, non vi sono medicinali indicati appositamente. Raramente, nei casi in cui i disturbi sono molto marcati, viene praticata la TOS (terapia ormonale sostitutiva) che comporta la somministrazione di estrogeni.
Per le artralgie si raccomanda l’attività fisica, per l’insonnia massaggi ed esercizio fisico e la somministrazioni di prodotti adeguati come, ad esempio, 300 mg di Progesterone micronizzato. Per combattere l’osteoporosi e fondamentale una dieta ricca di calcio e povera di caffeina e sale.
In ogni caso i disturbi legati alla menopausa possono essere controllati attuando uno stile di vita salutare (eliminando il fumo e l’alcool) e un’alimentazione appropriata (ricca di acidi grassi Omega-3, presenti ad esempio nel pesce).

Fonte: diversi articoli su internet e wikipedia

Lascia un Commento

*