Home / Make up / Viso / Ghiaccio sul viso: i benefici della beauty routine delle celebs
Ghiaccio sul viso: i benefici della beauty routine delle celebs

Ghiaccio sul viso: i benefici della beauty routine delle celebs

Terapia d’urto, soluzione estiva, rimedio della nonna? Ognuno scelga la mission che preferisce ma il fine, autentico, rimane lo stesso: refrigerare e riattivare la nostra pelle nei mesi più caldi ever. Il ghiaccio sul viso può avere effetti benefici cosmetici ed essere, quindi, un super trattamento skincare, in particolare se si desidera una pelle turgida e un incarnato dall’algida luminosità.

Ben lo sanno i migliori make up artist che ancora prima di creare la base trucco con il primer lavorano gli zigomi con cristalli di ghiaccio per contrastare la forza di gravità e combattere eventuali segni di stanchezza.

Non solo, secondo l’estetista di Austin Renée Rouleau, come si legge su Vogue.

com, il ghiaccio, in particolare mixato con tè verde o caffé, contribuisce ad aumentare la circolazione sanguigna, a ridurre i pori e a lenire piccole infiammazioni. “Se si applica del ghiaccio dopo un siero i capillari si restringono e si crea un effetto di trazione che aiuta gli ingredienti a penetrare più in profondità”, spiega l’estetista.

“Il ghiaccio migliora drasticamente la circolazione della pelle regalando quell’effetto salute che tutti vogliamo”, aggiunge il cosmetologo danese Ole Henriksen che consiglia di massaggiarne sulla pelle qualche cubetto realizzato con infusi di rosa canina, ricca di vitamina C, e tè verde antiossidante avvolti in un fazzoletto di cotone. Lo stesso procedimento è consigliato da Joanna Czech, skincare expert americana, dopo avere applicato The Brilliance Brightening Mask di La Mer.

Se c’è chi tiene i cosmetici in frigorifero per mantenerli più a lungo e renderli più efficaci c’è, infatti, anche chi osa temperature ancora più basse. Come racconta Mammina cara, film biografico del 1981 diretto da Frank Perry ispirato alla vita di Joan Crawford, sembra che l’attrice hollywoodiana immergesse ogni mattina il viso in un lavandino riempito con acqua ghiacciata per avere un immediato effetto tensore e contrastare eventuali gonfiori.

Rituale agghiacciante inserito poi nella propria beauty routine anche da Kate Moss che ama però concludere il trattamento con l’applicazione di qualche fettina di cetriolo.

Cosa consigliano gli esperti in caso di pelle sensibile? Henriksen suggerisce di riempire una tazza di latte intero, ricco di vitamina A rigenerante e acido lattico esfoliante, di aggiungere dei cubetti di ghiaccio, di immergervi un panno per poi applicarlo delicatamente sul viso per 15 secondi per 5 volte.

Se la pelle è impura e/o con brofoletti, infine, Rouleau, raccomanda di alternare l’applicazione di cubetti di ghiaccio con impacchi caldi per 6 volte. “Questo procedimento stimola la microcircolazione, permettendo al sistema immunitario di calmarsi e di contrastare l’infiammazione”.

Protocollo da non eseguire, invece, in caso di pelle arrossata/infiammata o rosacea.

.

Leggi Anche

FaceApp: come funziona la app per invecchiare il viso su Instagram | Selfie

FaceApp: come funziona la app per invecchiare il viso su Instagram | Selfie

FaceApp | Instagram | Challenge | Selfie | Invecchiamento Invecchiare con un clic. Altro che …