Home / Shopping / Gioielli e Bigiotteria / Il lusso punta a 390 miliardi Gioielli e orologi in salita

Il lusso punta a 390 miliardi Gioielli e orologi in salita

Francesco Pacini

Il mercato mondiale dei beni di lusso raggiungerà quest’anno i 276-281 miliardi di euro con una crescita del 6-8 per cento. Lo stima il Monitor realizzato da Bain Company con Altagamma.

L’anno scorso la crescita era stata del 6% (a tassi costanti, 4% a tassi correnti), a 260 miliardi. Tra sette anni, nel 2025, la galoppata del settore, al ritmo di +4-5% annuale, potrebbe portare l’intero mondo del lusso mondiale a fatturare fino a 390 miliardi. Due i mega trend che guidano la crescita: la Cina, i cui consumi interni quest’anno faranno balzare il settore del 20-22%, e millennials, con social media sempre più usati per attirare i clienti, acquisti online, streetwear in continua crescita. Secondo il Consensus realizzato da Altagamma con 23 analisti continueranno a crescere borse, calzature e accessori (+7%), ma inaspettatamente anche gioielli e orologi (+7%). Sempre secondo il Consensus l’Europa segnerà un aumento solo del 3%, rispetto alla stima del 4% fatta a ottobre, per lo più per l’euro forte che ha penalizzato gli acquisti dei turisti.

Il lusso, dunque, guarda sempre più al mercato cinese. Si stima che 2025 i consumatori del Dragone saranno quasi la metà del mercato globale di fascia alta. Secondo un rapporto di Ubs e Pwc in nemmeno dodici anni in Cina si è passati da 16 miliardari (in dollari) a 373, quasi un quinto del totale mondiale. L’anno scorso il patrimonio dei Paperoni cinesi è balzato del 39% a 1.120 miliardi, con 89 imprenditori che sono entrati nel club dei super-ricchi. Un crescente numero di persone sempre più «affamate» di prodotti di lusso. Soprattutto online.

In generale, secondo l’edizione FW 17/18 della ricerca The Online Offer Dive Pricing Landscape di Contactlab, che compara e valuta l’ampiezza dell’offerta online dei prodotti dei 18 maggiori brand del soft-luxury nel mercato americano, nel 2017 le categorie di prodotto su cui c’è la maggior crescita di prodotti disponibili per l’acquisto online i gioielli si posizionano al secondo posto (+44%) subito dopo il Ready-To-Wear (+60%).

Un trend confermato anche dalla nuova edizione di BrandZ Top 100 Most Valuable Global Brands, realizzata da WPP e Kantar Millward Brown: nel 2018 la crescita dei brand del lusso è stata 7 volte maggiore rispetto al 2017, per un valore totale dei primi 10 di 133.1 miliardi di dollari. Un fenomeno accelerato dai giovani: i brand di lusso volano grazie alle strategie digitali messe in atto per attrarlo, con Instagram in prima fila nel percorso di ringiovanimento del mercato. Solo negli Stati Uniti la generazione dei nati tra il 1980 ed il 2000 è composta da oltre 80 milioni di persone, cioè più di 80 milioni di potenziali clienti per i brand del mondo consumer. Ma è la domanda asiatica, e in modo particolare quella cinese, ad essere risultate rilevante nel 2018, in particolare al top dei clienti sono saltati i millennial cinesi che spendono tutto lo stipendio in un mese.

La definizione di lusso si espande, mentre i consumatori più giovani scoprivano nuovi marchi di nicchia e i vecchi clienti cercano prodotti di lusso tradizionali, ma trovano anche soddisfazione con esperienze esclusive e filantropiche. Queste dinamiche, insieme al rimbalzo dell’economia cinese, hanno spinto il forte aumento del 28% nel valore della categoria del lusso, dopo un aumento del 4% un anno fa. Sempre secondo il report BrandZ top 100, i marchi hanno messo alla prova la tensione tra esclusività e accessibilità: la tendenza «see now, buy now» ha acquisito slancio.

Quello della gioielleria è quindi un mercato in salute ma, soprattutto, è ancora un mondo tutto da conquistare per i big brand perché, come spiega il rapporto pubblicato dal marketplace britannico OnBuy.com, i gioielli di marca (sia alto di gamma che fashion) oggi non valgono più del 20% del mercato complessivo, che nel suo complesso supera i 200 miliardi di euro.

Nel breve periodo però è prevista un’esplosione in grado di far crescere il peso specifico dei gioielli griffati fino al 30-40% entro un paio di anni. E a trainarla saranno quelli di lusso.

Leggi Anche

Jewelry Layering: l arte di sovrapporre i gioielli che detta tendenza

Jewelry Layering: l arte di sovrapporre i gioielli che detta tendenza

C’era una volta il chocker, negli anni ’90 protagonista indiscusso del collo: nell’epoca d’oro del …