Home / Make up / Viso / La Corea alla conquista della bellezza maschile
La Corea alla conquista della bellezza maschile

La Corea alla conquista della bellezza maschile

La nuova frontiera della bellezza maschile arriva dalla Corea del Sud. Grazie a un’industria cosmetica dal valore di circa 7 miliardi di dollari, il paese sta diffondendo a livello internazionale un ideale di cura della persona che prescinde dalle distinzioni di genere, promettendo una pelle senza imperfezioni.

Attraverso una routine di skincare semplice ma ben strutturata, la pelle si rigenera riscoprendo pienezza e luminosità, e grazie all’azione combinata di pochi prodotti combatte invecchiamento precoce, depigmentazione e perdita di tono. Ecco i trattamenti e i migliori prodotti per la cura dell’uomo che vengono da Seoul.

1 – L’idratazione è il segreto della K-beauty

La pelle è la parte del corpo più esposta agli agenti aggressivi esterni: secondo una ricerca condotta nel 2016 dal Journal of Investigative Dermatology l’inquinamento è la prima causa della perdita di salute cutanea dovuta a sostanze come ozono, biossido di azoto e monossido di carbonio, che causano secchezza, infiammazioni e agiscono sul metabolismo cutaneo provocando invecchiamento precoce, perdita di tono e colorito spento. Per questo è fondamentale pulire a fondo la pelle almeno una volta al giorno, in modo da purificare i pori e liberare il film idrolipidico dai residui di smog.

Paladini degli ingredienti biologici, i sud coreani ricorrono a una sostanza emolliente e idratante, oltre che 100% naturale: il latte. Ricco di vitamina A, B6 e B8, il latte combatte i radicali liberi contrastando l’invecchiamento cutaneo, stimola il rinnovamento cellullare ed elimina le impurità.

Il vantaggio extra? L’effetto lenitivo, emolliente e idratante che lascia la pelle nutrita, luminosa e morbida. Una buona alternativa al latte puro sono prodotti biologici, senza solfati, siliconi o parabeni, che contengano percentuale di latte, preferibilmente vaccino o d’asina.

Come questo.

Compra su Amazon

2 – Come esfoliare a fondo il viso

Sempre volta a un’azione di pulizia profonda è l’esfoliazione, che permette di eliminare le cellule morte stimolando il rinnovamento cutaneo e di liberarsi degli ultimi residui di impurità.

Anche in questo caso, dal Sud Corea arrivano molti consigli che permettono di agire sulla pelle in modo naturale e poco invasivo. È il caso dei face pad, dischetti in silicone dotati di micro-aghi morbidi che permettono di realizzare un’esfoliazione meccanica sullo strato corneo, il più esterno della cute, senza ricorrere a prodotti chimici.

Un’azione da eseguire quotidianamente, che può essere accompagnata, non più di due volta a settimana, da prodotti contenenti sostanze gommanti naturali, come il sale rosa dell’Himalaya o i Sali del Mar Morto, ricchi di oligoelementi che stimolano la circolazione operando anche un’azione tonificante, o acidi quali l’acido glicolico, che a sua volta è un ottimo ingrediente antirughe.

<img style="max-width: 760px" src="http://www.

donnatop.com/wp-content/plugins/OxaRss/images/05fbedef9eae55466014d5e3970b513b_creme-viso-uomo-marchi-coreani-scrub-face-pad-1552576127.

jpg” />

Compra su Amazon

3 – Idratare e proteggere la pelle del viso in un solo gesto

L’ultimo step della beauty routine coreana è sicuramente l’idratazione. Nutrire la pelle è essenziale per contrastare secchezza e irritazioni, ma anche per mantenere tonicità e colorito.

La maggior parte delle sostanze naturali contenute nelle creme idratanti, come aloe vera, olio di cocco, di jojoba e vitamine A e C, contribuiscono a mantenere umido il film lipidico esterno della cute, soggetto all’aggressività degli agenti esterni.

La vera innovazione sta nel combinare l’azione nutriente con quella protettiva, utilizzando prodotti con fattore di protezione.

I raggi UV sono infatti nemici della pelle, soprattutto di quelle molto chiare, motivo per cui in Sud Corea non esiste prodotto che non possegga un fattore di protezione +20. Causa primaria delle discromie e dell’insorgere prematuro delle rughe, l’ipertermia causata dal sole si combatte usando regolarmente creme o prodotti protettivi, in ogni stagione e anche quando fuori imperversa il maltempo.

Come questa crema idratante di Avène, che non è coreana, ma sicuramente fa tesoro di quella lezione.

#####IMG000000000#####
donnatop.com/wp-content/plugins/OxaRss/images/05fbedef9eae55466014d5e3970b513b_creme-viso-uomo-idratanti-avene-1552576330.

jpg” />

Compra su Amazon

4 – Il trucco maschile coreano anche per l’esercito

Attori e cantanti del Sud Corea non fanno mistero della loro passione per il make-up maschile. Non si presentano mai a eventi o colloqui senza uno strato di BB Cream e veli di correttore per nascondere occhiaie e imperfezioni.

Il progresso è però tangibile quando ci si sposta dal tappeto rosso alla realtà quotidiana fatta di mezzi pubblici, colloqui di lavoro e, in alcuni casi, di addestramento militare. Soggetti a un enorme stress cutaneo provocato dalla sudorazione dovuta allo sforzo fisico e ai continui allenamenti all’aperto, i soldati sono uno dei target più inseguiti dalla cosmetica nazionale, che realizza prodotti appositi per l’esercito.

<img src="http://www.donnatop.

com/wp-content/plugins/OxaRss/images/05fbedef9eae55466014d5e3970b513b_creme-viso-uomo-marchi-coreani-5-1552576608.jpg” />

Tra loro trionfa Tonymoly, brand venduto in tutto il mondo che mantiene la sua estetica da manga sia per le linee maschili che per quelle femminili, che ha lanciato una palette camouflage, la Uni De Homme Dynamic Camo Cream, che contiene le quattro tonalità del trucco mimetico (verde, bianco, nero e marrone) infuse di estratto di riso, di ginseng rosso, di aloe vera e riso nero, prive di parabeni, solfati e siliconi, 100% waterproof e, per non farsi mancare nulla, a prova di polveri e sabbie che grazie a un film protettivo non penetrano nei pori.

Alla guerra, ma truccati.

.

Leggi Anche

Paola Ferrari senza trucco: la foto sconvolge i fan

Paola Ferrari senza trucco: la foto sconvolge i fan

Paola Ferrari, conduttrice e giornalista sportiva, si è mostrata sui social in una foto senza …