Home / Maternità / Lavoro, oltre 100 medici e professionisti in arrivo alla Asl Nord Ovest
Lavoro, oltre 100 medici e professionisti in arrivo alla Asl Nord Ovest

Lavoro, oltre 100 medici e professionisti in arrivo alla Asl Nord Ovest

L’Azienda USL Toscana nord ovest ha pubblicato dal 18 marzo l’avviso per l’assegnazione degli incarichi a tempo determinato ed indeterminato per medici specialisti ambulatoriali ed altre professionalità legate alle attività ambulatoriali. Sono 57 i professionisti richiesti dall’Azienda, ad integrazione delle graduatorie presenti in ESTAR, per coprire alcuni posti vacanti negli ambiti territoriali di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Versilia.

Gli incarichi a tempo indeterminato disponibili sono 2: per un medico di Neuropsichiatria infantile e per un medico di Ostetricia e Ginecologia.
Nell’ambito degli incarichi a tempo determinato la ricerca riguarda 55 medici: 7 di Anestesia e rianimazione, 6 di Cardiologia, 5 di Chirurgia generale, 1 di Dermatologia, 1 di Ematologia, 2 di Igiene e medicina preventiva, 1 di Malattie infettive, 1 di Medicina interna, 1 di Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, 1 di Neurologia, 1 di Oculistica, 1 di Oncologia, 5 di Ortopedia, 9 di Ostetrica e ginecologia, 1 di Psichiatria, 1 di Psicologia, 9 di Radiodiagnostica, 1 di Radioterapia, 1 di Urologia.

I professionisti interessati, in possesso dei requisiti richiesti (appartenenti o meno alle graduatorie della specialistica) potranno presentare la propria disponibilità agli incarichi dal 1° al 10 aprile, inviando la domanda alla struttura competente, la UOC Gestione degli specialisti ambulatoriali.
Oltre a questi bandi, pubblicati sull’albo aziendale, l’Azienda USL Toscana nordovest ha deliberato l’assunzione di molti operatori della dirigenza e del comparto. I nuovi ingressi permetteranno di garantire il turn over del personale e di prevedere anche nuovi incarichi per attività ritenute fondamentali per il buon funzionamento dell’Azienda. Le modalità di assunzione avverranno secondo le normali modalità di reperimento del personale pubblico, con l’utilizzo, dove possibile, delle graduatorie di mobilità in essere e in corso di emissione in Azienda e mediante la richiesta all’ESTAR di utilizzo di valide graduatorie concorsuali e selettive nelle discipline e nei profili richiesti. Le assunzioni verranno effettuate anche attraverso lo scorrimento delle graduatorie esistenti dei concorsi precedentemente banditi e, se non esistenti, verranno avviate le procedure di nuovi concorsi, con il supporto di ESTAR, per la copertura dei posti a tempo indeterminato e per nuovi avvisi per la copertura degli incarichi a tempo determinato. Assunzioni quindi sia a tempo indeterminato che determinato, nonché l’autorizzazione alle proroghe dei contratti, per complessivi 49 professionisti interessati, per la dirigenza e per il comparto.

Le assunzioni a tempo indeterminato, già deliberate, saranno 15 e più precisamente: 1 dirigente medico di Chirurgia; 2 dirigenti medici Ostetricia e Ginecologia; 1 dirigente psicologo; 1 dirigente biologo; 1 dirigente chimico (un incarico nuovo); 1 dirigente medico Igiene e Sanità Pubblica, 1 dirigente medico Oncologo; 1 dirigente medico Dermatologia; 1 dirigente fisico; 2 dirigenti veterinari Sanità Animale; 2 dirigenti medici Neurologia; 1 tecnico di laboratorio.

Per il tempo determinato gli incarichi previsti sono 17 e riguarderanno: 3 coadiutori amministrativi, 1 operatore tecnico, 1 ostetrica, 5 operatori socio sanitari (OSS), 2 infermieri, 1 fisioterapista, 1 biologo Patologia Clinica, 1 collaboratore tecnico professionale geometra, 1 dirigente fisico, 1 dirigente Farmacia Ospedaliera.

I 17 incarichi prorogati riguardano invece: 6 infermieri, 3 ostetriche, 3 OSS, 2 tecnici di radiologia, 1 terapista neurologo, 1 medico nefrologo e 1 ginecologo.

E’ bene però ribadire che, in questo momento, individuare personale disponibile per specifiche professioni sanitarie e per alcune specialità mediche non è affatto semplice. La ricerca del personale, come dimostrano questi recenti avvisi e delibere, è comunque oggetto di costante ricerca e attenzione sia da parte della Direzione che degli uffici competenti. Questo nonostante il limite (-1,4% sulla spesa del 2004 per il personale) imposto a livello nazionale, un vincolo contro il quale la Regione Toscana ha presentato ricorso alla Corte Costituzionale.

Fonte: Asl Nord Ovest

Tutte le notizie di Pisa

Leggi Anche

Svizzera, lo sciopero delle donne in viola per la parità dei diritti

L’ultima protesta del genere nel paese risale al 1991, quando mezzo milione di donne scesero …