Home / Make up / Le 4 abitudini malsane che rovinano la tua pelle ogni giorno
Le 4 abitudini malsane che rovinano la tua pelle ogni giorno

Le 4 abitudini malsane che rovinano la tua pelle ogni giorno

Ci sono delle abitudini che, ogni giorno, mettiamo in atto sulla nostra pelle e che – puntualmente – la rovinano, anche se non lo sappiamo. Vi sveliamo le 5 cattive abitudini quotidiane che rovinano la pelle.
Scrub eccessivo con la spugna

Anche se credi che strofinare via la sporcizia quando ti lavi con una spugna che funge anche da scrub è qualcosa di positivo, sappi che potresti effettivamente danneggiare il delicato equilibrio di batteri buoni sulla tua pelle.

Doccia troppo calda

Forse pensi di aver bisogno di acqua calda per uccidere i germi, o forse ti piace solo il fatto che il calore rilassi i muscoli, ma le docce calde non sono amiche della tua pelle.

Le docce calde privano la pelle dai suoi oli naturali, la seccano, e potenzialmente creano anche un terreno fertile per la proliferazione di batteri ostili della pelle.

Saltare la detersione del viso

Molte persone di sera non procedono a una corretta detersione del viso: cosa molto sbagliata, visto che in faccia si accumulano sporcizia e cellule morte, nonché il make-up e l’inquinamento.

È consigliabile lavarsi il viso due volte al giorno e dopo aver sudato molto (come accade dopo un allenamento).

Bere latte senza grassi

I prodotti senza grassi, che potresti pensare possano aiutarti a perdere peso, possono effettivamente danneggiare la tua pelle.

Uno studio della Penn State ha trovato un’associazione tra consumo di latte senza grassi, ma non latte intero e l’insorgere di casi di acne.

“Le proteine del latte, siero di latte e caseina, possono influenzare i livelli di insulina e scatenare l’infiammazione sistemica maggiore”, afferma il Dr. Bowe.

“È importante sottolineare che il siero di latte e la caseina vengono spesso aggiunti in quantità ancora maggiori per scremare il latte al fine di aiutare a addensare questi latti senza grassi.” Pertanto, l’alternativa potrebbe essere – per il medico – latte non caseario non zuccherato come quello di mandorla, canapa, lino o cocco.

Immagini: Pixabay.

Leggi Anche

Wiko tra tecnologia e colore: le tendenze cromatiche della P/E 2019

Wiko tra tecnologia e colore: le tendenze cromatiche della P/E 2019

Mini guida in 5 punti su colori e tendenze della prossima stagione con il prezioso …