Home / Shopping / Scarpe / Leonardo DiCaprio lancia una linea di magliette vegane
Leonardo DiCaprio lancia una linea di magliette vegane

Leonardo DiCaprio lancia una linea di magliette vegane

È di moda l’eco-fashion. Anche a Hollywood. Livia Firth è tra le pioniere dell’ecosostenibilità, Emma Watson supporta diversi brand etici di abbigliamento, accessori e beauty, Eva Geraldine Fontanelli è una delle It girl più impegnate sul fronte green e ora anche Leonardo DiCaprio si batte per salvaguardare l’ambiente attraverso scelte più consapevoli su quello che indossiamo.

Felpe e magliette vegane

L’attore premio Oscar ha annunciato il lancio di una collezione di felpe e magliette vegane realizzate in collaborazione con Jane Goodall, celebre etologa e antropologa inglese di 84 anni che si occupa da sempre di primati. La collezione sarà in vendita solo per un breve periodo ed è volta proprio a raccogliere fondi per la salvaguardia delle scimmie.

Le battaglie ambientaliste di DiCaprio

Da una parte, la notizia non sorprende perché DiCaprio è da tempo un convinto ambientalista (è stato il primo a usare auto ibride, gira documentari, finanzia in modo cospicuo diverse fondazioni e sembra che il suo appartamento di New York sia tra i più eco-efficienti del Pianeta), dall’altra è invece una novità il suo interessamento alla moda.

Celebrità anti-fashion

Visto da sempre come la star anti-fashion per eccellenza, l’attore non è uno di quei divi fanatici del proprio fisico. Tra un film e l’altro si lascia andare al buon cibo, ingrassa, veste male e si fa crescere la barba. Certo, sui red carpet è sempre apparso impeccabile con classici ed elegantissimi abiti, ma nella vita di tutti i giorni indossa felpe, bermuda, berretti da baseball, camicie a quadri e ciabatte. Una volta è stato anche fotografato a Manhattan con un sacchetto colorato della spesa legato alla cintura come fosse un marsupio.

L’interesse per la moda sostenibile

È stato proprio grazie alle sue battaglie ambientaliste che di recente si è avvicinato alla moda. Quando è diventato brand ambassador di Tag Heuer, DiCaprio ha deciso di devolvere le royalties dell’orologio con il suo nome a Green Cross International e al Natural Resources Defence Council. Quest’estate l’attore ha annunciato su Twitter di aver investito in Allbirds, un brand di scarpe sostenibili al 100%, realizzate in lana merino, fibre di eucalipto e canna da zucchero fondata solo due anni fa dall’ex capitano della squadra nazionale di football neozelandese Tim Brown e dall’americano Joey Zwillinger (l’industria delle scarpe è tra le più inquinanti al mondo perché la maggior parte delle suole viene prodotta con derivati del petrolio per questo stanno nascendo sempre più brand di calzature sostenibili).

La campagna per salvare le scimmie

Infine l’annuncio del lancio della linea di abiti vegani: il tema scelto per i vestiti è quello delle scimmie, sempre più a rischio estinzione. Sulle magliette in cotone bio e sulle felpe sportive in poliestere saranno infatti stampati scimpanzé, gibbone, gorilla, orangotango e bonobo con lo slogan “Don’t let them disappear”.

L’unica donna sui social di DiCaprio

La collezione è stata realizzata dalla Leonardo DiCaprio Foundation in collaborazione con il Jane Goodall Institute e l’annuncio è arrivato a pochi giorni dal compleanno dell’attore. DiCaprio ha festeggiato i 44 anni con un party al club privato Spring Place di Los Angeles al quale hanno partecipato Beyoncé, Gwyneth Paltrow, Oprah Winfrey, Naomi Campbell, Jennifer Aniston, oltre ovviamente alla fidanzata Camila Morrone, modella come la maggior parte delle donne che ha avuto al suo fianco. Ma l’unica che compare sul suo profilo è Instagram, è proprio la paladina dell’ambiente Jane Goodall.

…Per saperne di più iscrivetevi al gruppo Facebook di E’ di moda…

 

Leggi tutto

Leggi Anche

Il cappotto Max Mara diventa virale grazie a Nancy Pelosi. E torna in negozio

Il cappotto Max Mara diventa virale grazie a Nancy Pelosi. E torna in negozio

L’influencer che non ti aspetti, l’insospettabile testimonial. O, se vogliamo, il colpo di fortuna che …