Home / Shopping / Gioielli e Bigiotteria / L’oro riciclato dai computer trova nuova vita nei gioielli
L'oro riciclato dai computer trova nuova vita nei gioielli

L’oro riciclato dai computer trova nuova vita nei gioielli

I computer trovano nuova vita nei gioielli. Al Ces, la fiera dell’elettronica di consumo in corso a Las Vegas, l’azienda informatica Dell ha presentato una collezione di monili realizzata con l’oro riciclato dalle schede madri dei pc. A disegnarla, l’attrice e attivista Nikki Reed. La linea di gioielli si chiama Circular Collection e comprende anelli, orecchini e gemelli dalla forma circolare. L’oro, a 14 e 18 carati, si accompagna ad opali di provenienza eticamente certificata.

Oltre ai gioielli, Dell ha annunciato che userà oro riciclato anche per produrre nuove schede madri dei computer. La compagnia si è impegnata a usare 45mila tonnellate di materiali riciclati nei suoi prodotti entro il 2020. E l’impegno ambientale si estende anche al confezionamento. Dell si è infatti aggiudicata il riconoscimento per l’innovazione del Ces grazie agli imballaggi fatti con i rifiuti plastici raccolti sulle spiagge.

Con la sempre maggiore pervasività di smartphone, computer e altri dispositivi, la spazzatura hi-tech è in continua crescita.

Stando al rapporto “Global E-waste Monitor 2017” delle Nazioni Unite, i rifiuti elettronici nel 2016 hanno raggiunto 44,7 milioni di tonnellate su scala globale, un peso che è pari a 9 volte quello della piramide di Cheope, in Egitto, o a quello di 4.500 torri Eiffel parigine.

I materiali grezzi recuperabili dai rifiuti elettronici – tra cui oro, platino, argento, rame e palladio – hanno un valore stimato in 55 miliardi di dollari. Tuttavia il riciclo è documentato solo per 8,9 milioni di tonnellate di rifiuti. La maggior parte dei vecchi dispositivi finisce nelle discariche insieme ai metalli rari che contiene.

Leggi Anche

Il Nouveau Caveau di Paola Bellinzoni, artista-eremita per gioielli ...

Il Nouveau Caveau di Paola Bellinzoni, artista-eremita per gioielli …

Ci sono tesori che Torino custodisce con gelosia, nascosti magari sotto terra, lontani da occhi …