Home / Shopping / Gioielli e Bigiotteria / Nasce WopArt Fair. A settembre, gioielli di carta incantano Lugano …
Novara, 50 anni dell'Ospedale dei bambini Eletto Lualdi

Nasce WopArt Fair. A settembre, gioielli di carta incantano Lugano …

 Markus Raetz Flourish, 2001, photogravure printed in red and black on Gampi paper chine coll cm 78,5 x 69,5 (foglio) cm 54,3 x 45,6 (immagine)Courtesy Monica De Cardenas, Milano/Zuoz/Lugano

Markus Raetz Flourish, 2001, photogravure printed in red and black on Gampi paper chine collé cm 78,5 x 69,5 (foglio) cm 54,3 x 45,6 (immagine)Courtesy Monica De Cardenas, Milano/Zuoz/Lugano

Nasce WopArt Fair.  Dal 2 al 5 settembre 2016, Lugano sarà teatro della prima edizione della fiera internazionale interamente dedicata alle opere su carta, come suggerisce il nome. Wop infatti è un acronimo per work on paper, opere su carta.

WopArt Fair proporrà un exursus in tutte le epoche della storia dell’arte, approfondendo tecniche e linguaggi che caratterizzano i lavori esclusivamente realizzati su supporto cartaceo, dal disegno antico alla stampa moderna, dal libro d’artista alla fotografia d’autore, dall’acquerello e dalle stampe orientali alle carte di artisti contemporanei, presentati da un campione di 50 gallerie internazionali.

La selezione degli espositori è garantita da un comitato scientifico presieduto da Giandomenico Di Marzio (giornalista, critico e curatore d’arte contemporanea) e da Paolo Manazza (pittore e giornalista specializzato in economia dell’arte), che hanno selezionato gli espositori insieme a storici e critici dell’arte e della fotografia, collezionisti, docenti universitari tra i più apprezzati, quali Michele Bonuomo, Marco Carminati, Gianluigi Colin, Massimo Di Carlo, Walter Guadagnini, Giuseppe Iannaccone, Piero Mascitti, Marco Meneguzzo, Anna Orlando, Elena Pontiggia, Massimo Pulini, Marco Riccòmini, Marco Vallora.

Robert Indiana, Star of HOPE (PurpleGreenBlueRed) 2013 Silkscreen in colors on coventry, One of A Kind 83.8 x 74.9 cm, Courtesy by ContiniArt UK, Londra

Robert Indiana, Star of HOPE (PurpleGreenBlueRed) 2013 Silkscreen in colors on coventry, One of A Kind 83.8 x 74.9 cm, Courtesy by ContiniArt UK, Londra

La neonata fiera offrià anche un ricco programma di eventi collaterali grazie alle Conversazioni con gli esperti e ai Talk con gli artisti. Ogni pomeriggio alle 15 dal 2 al 4 settembre le lectio magistralis di critici e storici dell’arte, consulenti, specialisti di investimenti in arte permetteranno di approfondire i temi di maggiore attualità proposti dalla fiera luganese. Anche gli Artist talk faranno conoscere dalla viva voce dei protagonisti internazionali del mercato dell’arte, le loro esperienze e il loro percorso artistico e saranno trasmesse in streaming sul sito della manifestazione (www.wopart.eu).

Integra il progetto espositivo della fiera un programma di quattro mostre, che indagano attraverso media e linguaggi diversi il tema del ritratto, dall’Ottocento ai giorni nostri.

I ritratti di Palazzo Belgioioso – Quando gli artisti dipingono gli artisti, a cura di Massimo Pulini, accompagna il pubblico nella Milano risorgimentale, in uno dei salotti culturali più in voga del periodo: il cosiddetto “cenacolo” di Palazzo Belgioioso, sede della Società degli Artisti e Patriottica, punto di incontro e confronto per scrittori, intellettuali e naturalmente pittori e scultori; presenza notevole, in città, a partire dagli anni dell’Unità d’Italia e fino all’avvento del Fascismo. Un patrimonio ingente quello passato dalla Società alla Collezione Baratti: si parla di un corpus di almeno 150 ritratti dei diversi soci, tra cui Domenico Induno, Giuseppe Bertini, Eleuterio Pagliano, Sebastiano De Albertis, Federico Faruffini, Angelo Morbelli, Achille Beltrame. Proprio da quest’ultimo blocco di lavori proviene la selezione dei 34 disegni esposti, per la prima volta in Svizzera, nel contesto di WOPART, documento determinante per ricostruire l’ambiente e le figure di un salotto borghese che è stato palestra di talenti e eccellenze.

Fioroni Giosetta smalto alluminio su carta Malinconia cm 100x70 anno 1969, Courtesy by Fondazione Fioroni

Fioroni Giosetta smalto alluminio su carta Malinconia cm 100×70 anno 1969, Courtesy by Fondazione Fioroni

Provengono ancora dalla Collezione Baratti le 40 carte presentate nella mostra Caricature a cavallo tra Otto e NovecentoLa vena satirica e lo sberleffo tra maestri del disegno, a cura di Massimo Pulini. L’ambiente è il medesimo – siamo sempre nel contesto della Società degli Artisti e Patriottica – ma cambia in senso radicale lo spirito dei ritratti firmati dai vari Giuseppe Palanti o Mario Bettinelli, che svelando una inaspettata verve dimostrano, come osserva Pulini, “la grande modernità di questi autori, abili spadaccini della penna e impietosi pugili del carbone, ed è proprio il terreno disinibito dell’ironia a restituirci la temperie vivace e fertile che si doveva vivere in quel luogo, in quel cenacolo di ingegni”.

Sono una ventina gli autografi presentati nella mostra I musicisti di Gianni Maimeri – Una selezione dei disegni di concertisti da Stravinskij a Toscanini, che per la curatela di Paolo Manazza offre un omaggio alla figura di Maimeri (1884 – 1951), straordinario cronista per immagini di uno dei periodi più più gloriosi della Scala di Milano. Le matite esposte provengono dall’esposizione permanente allestita negli spazi dell’Auditorium “laVerdi” di Milano e restituisce il clima di stretta compenetrazione tra linguaggi creativi differenti che da sempre contraddistingue il capoluogo lombardo, città dove musica, letteratura e arti visive non mancano di intrecciare i propri percorsi seguendo traiettorie comuni.

Ansel Adams, Aspens, Northeran New Mexico, 1958, Stampa alla gelatina sali dargento, cm 36.1 x 44.5, Courtesy by Photographica FineArt Gallery, Lugano

Ansel Adams, Aspens, Northeran New Mexico, 1958, Stampa alla gelatina sali d’argento, cm 36.1 x 44.5, Courtesy by Photographica FineArt Gallery, Lugano

A chiudere idealmente l’excursus di WOPART sul tema del ritratto è la mostra Aurelio Amendola, i volti dell’arte – Ventidue magistrali ritratti di artisti del Novecento, a cura di Walter Guadagnini. L’esposizione presenta un nucleo di fotografie che vedono Amendola (Pistoia, 1938) indagare l’animo e lo spirito di grandi nomi della contemporaneità, per una volta non più “soggetto” creatore di opere d’arte ma “oggetto” ritratto. Si passa così senza soluzione di continuità da Alberto Burri a Mimmo Paladino, da Andy Warhol a Giorgio de Chirico fino a Roy Lichtenstein, per una galleria delle personalità più influenti dell’arte italiana e internazionale del XX secolo.

Giovanni Benedetto Castiglione (detto il Grechetto) (Genova, 1609 - Mantova, 1665) Vecchio con grande barba. 1645-1650. Acquaforte. mm 180x151. Foglio: mm 185x154 Courtesy by Creatini e Landriani, Sestri Levante

Giovanni Benedetto Castiglione (detto il Grechetto) (Genova, 1609 – Mantova, 1665) Vecchio con grande barba. 1645-1650. Acquaforte. mm 180×151. Foglio: mm 185×154 Courtesy by Creatini e Landriani, Sestri Levante

Elenco gallerie
29 Arts in Progress, Londra; ABC Arte, Genova; Amedeo Porro Fine Arts, Londra/Lugano; Artrust, Melano (CH) Arts Koco, Lussemburgo; ArtsLife, Milano / Shen Yang City, Cina; Bag Gallery, Pesaro, Parma; Blu Art, Sarmeola (PD); Centro d’Arte Spaziotempo, Firenze; ContiniArt UK, Londra; Creatini e Landriani, Sestri Levante; De Primi Fine Art, Lugano; Die Mauer, Prato; Enrico Frascione Antiquario, Milano; Fabbrica Eos, Milano; Fondazione Fioroni, Milano; Galerie Carzaniga, Basilea; Galerie Pietro Sparta, Chagny (F); Galerie Römerapotheke, Zurigo; Galleria Bianconi, Milano; Galleria Continua, S.Gimignano/Beijing/Les Moulins/Habana; Galleria Doppia V, Lugano; Giuseppe Piva Arte Giapponese, Milano; Grossetti Arte, Milano; Imago Art Gallery, Lugano; In Art Gallery, Lugano; Krome Gallery, Berlino / Lussemburgo; Lia Rumma, Napoli / Milano; M77 Gallery, Milano; Monica De Cardenas Galleria, Milano/Zuoz/Lugano; Osart Gallery, Milano; Photographica Fine Art, Lugano; Primae Noctis, Lugano; Renzo Bergamo per l’arte e per la scienza, Milano; Robertaebasta, Milano; Robilant + Voena, Londra/St Moritz/Milano; Romberg, Latina; Salamon C, Milano; SBF, Giubiasco (CH); Spazio Gianni Testoni, Bologna; Suite 59 Gallery, Amsterdam; TAG The Art Gallery, Lugano; Tornabuoni Arte, Milano/Firenze/Parigi; Vitart, Lugano.

Bruno Munari, Negativo Positivo 16, 1996, collage su cartoncino, 25x25cm, Courtesy by De Primi Fine Art, Lugano

Bruno Munari, Negativo Positivo 16, 1996, collage su cartoncino, 25x25cm, Courtesy by De Primi Fine Art, Lugano

 

LINK UTILI:

 

WOPART/CONVERSAZIONI
Lectio Magistralis aperte al pubblico: calendario

 

WOPART/TALK
Incontri aperti al pubblico con gli Artisti e Collezionisti: calendario

 

WOPART/MOSTRE COLLATERALI
Il Format delle Mostre collaterali nell’edizione 2016 di WopArt Fair si intitola “PORTRAITS/RITRATTI”. Saranno allestite all’interno del Salone con ingresso libero.
-“I RITRATTI DI PALAZZO BELGIOIOSO – Quando gli artisti dipingono gli artisti“
A cura di Massimo Pulini
-“CARICATURE A CAVALLO TRA OTTO E NOVECENTO – La vena satirica e lo sberleffo tra maestri del disegno“
A cura di Massimo Pulini
-“AURELIO AMENDOLA – I VOLTI DELL’ARTE – Ventidue magistrali ritratti di artisti del Novecento“
A cura di Walter Guadagnini
-“I MUSICISTI DI GIANNI MAIMERI – Una selezione dei disegni di concertisti da Stravinskij a Toscanini“
A cura di Paolo Manazza

approfondimenti sulle singole mostre

LorMa, Imput, tarassaco e gelso, 72x41cm, 2016, Courtesy by Spazio Testoni, Bologna

LorMa, Imput, tarassaco e gelso, 72x41cm, 2016, Courtesy by Spazio Testoni, Bologna

Antony Gormley, STANDING MATTER 2010 Incisione su carta Fabriano Tiepolo 280 gsm 57 x 76 cm 2010 Etching on 280 gsm Fabriano Tiepolo paper 57 x 76 cm Courtesy: GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les

Antony Gormley, STANDING MATTER 2010 Incisione su carta Fabriano Tiepolo 280 gsm 57 x 76 cm 2010 Etching on 280 gsm Fabriano Tiepolo paper 57 x 76 cm Courtesy: GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les

__________________________________

WOPART – Work on Paper Fair
Centro Esposizioni Lugano (via Campo Marzio)
2-5 settembre 2016

Preview:
giovedì 1 settembre dalle 18.30

Orari:
venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 settembre, dalle 11.00 alle 20.00
lunedì 5 settembre, dalle 11.00 alle 16.00

Biglietti:
Preview: 35 CHF
Giornaliero: 18 CHF
Giornaliero ridotto (studenti e over 65): 12 CHF
Abbonamento 4 giorni: 50 CHF
Gruppi (minimo 10 persone): 15 CHF a persona
Persone diversamente abili: 12 CHF, accompagnatore: 12 CHF
Ingresso gratuito per minori di 16 anni se accompagnati da un adulto.

www.wopart.eu

 

Leggi Anche

Ritrovati orologi e gioielli rubati: ora investigatori a caccia dei proprietari

Ritrovati orologi e gioielli rubati: ora investigatori a caccia dei proprietari

Gioielli d’oro per un peso complessivo di 600 grammi, tre orologi di grande valore, 28mila …