Home / Benessere / Corpo / Piercing, fermagli, molle colorate e bigiotteria di vario genere. La …
Piercing, fermagli, molle colorate e bigiotteria di vario genere. La ...

Piercing, fermagli, molle colorate e bigiotteria di vario genere. La …

I Finanzieri della Tenenza di Viggiano hanno portato a termine un’operazione in materia di sicurezza dei prodotti che ha consentito di evitare l’immissione in consumo di oltre 22.000 articoli potenzialmente pericolosi per i consumatori. L’intervento è stato condotto presso un esercizio commerciale ubicato nel comune di Sant’Arcangelo, ove stati rinvenuti i prodotti irregolari, costituiti principalmente da piercing, fermagli, strass, pinze per capelli, molle colorate e bigiotteria di vario genere. La merce, di cui è prevista la confisca, è stata sequestrata perché posta in vendita non conformemente alla normativa di settore e, in particolare, al Codice del Consumo. Le Fiamme Gialle, procedendo ad un primo sommario controllo degli articoli, contrassegnati da prezzi inferiori rispetto agli standard di mercato, hanno riscontrato che gli stessi erano privi delle prescrizioni per il loro utilizzo in sicurezza, nonché sprovvisti del marchio CE e delle indicazioni relative alla regolare importazione e distribuzione sul territorio nazionale che obbligatoriamente devono essere riportate in lingua italiana. Al termine delle operazioni, il titolare del negozio, di etnia orientale, è stato segnalato alla Camera di Commercio di Potenza che procederà ad irrogare le previste sanzioni amministrative e alla confisca della merce sequestrata. L’azione svolta si inquadra nelle attività che le Fiamme Gialle svolgono a tutela dell’economia legale e del consumatore, il quale, allettato da prezzi concorrenziali, può essere orientato all’acquisto di beni, non solo di scarsa qualità, ma che presentano potenziali rischi per la salute.

Stampa PDF

Leggi Anche

Il malessere non riconosciuto

Il malessere non riconosciuto

Medici, farmacisti, nutrizionisti da anni segnalano scorrette abitudini dei pazienti di ricorrere troppo velocemente a …