Home / Shopping / Preferire i negozi tradizionali o lo shopping online? Pro e contro
Preferire i negozi tradizionali o lo shopping online? Pro e contro

Preferire i negozi tradizionali o lo shopping online? Pro e contro

Inutile negarlo, tutti facciamo spese sia per necessità che per soddisfare qualche voglia di un capo nuovo, un pc o uno smartphone di ultima generazione, per regalarci o regalare un viaggio, comprare del cibo e così via.

Lo shopping è un’attività quasi quotidiana che ciascuno di noi fa e che, pertanto, ha una forte importanza nella vita di tutti i giorni. Tuttavia, soprattutto negli ultimi anni, lo shopping online prende sempre più piede tanto che si è acceso un vivo dibattito su cosa preferire tra gli acquisti fatti in rete e quelli che, invece, vengono fatti ancora nei negozi tradizionali.

Sono due realtà molto simili tra loro, ma anche differenti se ben se ne osservano i dettagli. Acquistare online è, oggi, un’azione che in molti compiono con semplicità. Il fine ultimo di questo tipo di shopping è, del resto, proprio questo: permettere a tutti di avere accesso a ciò che desiderano nel minor tempo possibile.

 

Shopping online o nei negozi? Come scegliere

 

Spesso chi acquista online lo fa per risparmiare innanzitutto del tempo. Uno dei grandi vantaggi è, infatti, proprio questo: non si devono fare spostamenti o file per entrare nei camerini dei grandi negozi. Si può guardare comodamente a casa tutto il campionario e scegliere ciò che si desidera con pochi click e un metodo di pagamento valido.

La merce si riceve a casa, tramite corriere espresso, in pochissimi giorni e si ha sempre il diritto di rendere la merce se non perfettamente aderente alle proprie esigenze. Per questo motivo, quindi, si parla di una comodità molto superiore a quella che, invece, offrono gli shop tradizionali.

A tutto ciò si deve anche aggiungere che molto spesso questi negozi online offrono la possibilità di risparmiare delle somme di denaro non irrilevanti. Come è possibile? Rispetto ai negozi fisici non hanno alcuni costi di gestione come, ad esempio, l’affitto del locale fisico in cui esporre la merce. Questo può incidere in maniera tangibile sul costo finale della merce.

 

Altri pro e contro da prendere in considerazione

 

Naturalmente, a tutto ciò si può obiettare che il rapporto che viene a crearsi con il venditore in un negozio fisico sia del tutto unico e imprescindibile. Questo è vero: quando si acquista online non si riesce a instaurare un rapporto con chi vende il prodotto. Di certo, quindi, l’aspetto umano è un vantaggio che lo store tradizionale porta con sé e che è ineguagliabile.

Se con i negozi fisici viene spesso a crearsi un rapporto di fiducia, con quelli online è diverso. Pertanto è bene scegliere con oculatezza dove fare spese, poiché si va sempre a inserire un metodo di pagamento. Solo siti sicuri come quello di Jole Boutique sono da prendere in considerazione: le transazioni sono sicure e il tutto è certificato, così da non correre degli inutili rischi di frode.

A questo punto, quindi, viene da chiedersi come fare a scegliere tra la prima e la seconda forma di shopping. Si devono, pertanto, mettere sul piatto della bilancia le esigenze di ciascuno, i pro e i contro dei due modi di fare spese.

Se si ha fretta o, comunque, non si ha il tempo per girare di negozio in negozio per cercare esattamente ciò che si desidera, è possibile farlo online con estrema facilità e ricevendo tutto a casa in pochi giorni. Se, invece, si vuole acquistare un capo particolare in una bottega artigiana o un elemento che non è possibile trovare altrove, allora la soluzione è quella di preferire i negozi fisici.

 

Leggi Anche

Benvenuti nei Templi dello shopping: strutture geneticamente manipolate

Benvenuti nei Templi dello shopping: strutture geneticamente manipolate

di Saverio Pipitone – Con questo articolo comincio nel Blog un excursus a più puntate …