Home / Benessere / Corpo / Quattro agenti in più per le spiagge del Rubicone
Quattro agenti in più per le spiagge del Rubicone

Quattro agenti in più per le spiagge del Rubicone

Spiagge sicure” per l’estate 2019 grazie a quattro agenti in più in forza alla Polizia locale dell’Unione Rubicone e Mare, dedicati esclusivamente al presidio dell’arenile.

Grazie ai 42mila euro riconosciuti dal Ministero dell’Interno nell’ambito del progetto “Spiagge sicure 2019” l’organico della Polizia locale potrà quindi ulteriormente potenziarsi: ai 26 agenti ed ispettori già in dotazione organica se ne aggiungono così altri quattro stagionali in via di assunzione in questi giorni e gli ulteriori quattro garantiti dal contributo statale.

Il progetto redatto dal comando del Rubicone è stato infatti approvato dal Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine di pubblico e trasmesso dalla Prefettura di Forlì al Ministero dell’Interno per la successiva sottoscrizione del protocollo di intesa.

I quattro agenti extra garantiranno oltre 1.

500 ore di presidio dell’arenile sgravando completamente da questa mansione gli altri 30, che potranno così dedicarsi alle altre incombenze in carico alla Polizia locale, soprattutto d’estate (sicurezza stradale, attività antidegrado, security per manifestazioni ed eventi di piazza, ecc.)

Il contributo alla Polizia locale dell’Unione Rubicone e Mare è stato assegnato quest’anno al territorio di Savignano, così come l’anno scorso era successo per Gatteo: con la gestione associata del servizio di polizia locale – insieme anche a Borghi, Sogliano e Roncofreddo – i potenziamenti del servizio vanno indistintamente beneficio dell’intero territorio.

Nel 2018, con un contributo da 44mila euro, era stato possibile acquistare un nuovo automezzo per i controlli in borghese, garantire 720 ore aggiuntive di pattugliamento dell’arenile (che quest’anno salgono appunto a 1.500) e avviare una campagna informativa sull’abusivismo commerciale in spiaggia.

Proprio dal sondaggio “sotto l’ombrellone” di fine estate 2018 su quasi mille intervistati è emerso come il commercio abusivo in spiaggia venga percepito come elemento di “non sicurezza”, non allarmante ma comunque fonte di fastidio tale da auspicare la presenza di agenti in spiaggia. Nell’estate 2018 i controlli della Polizia locale hanno infatti portato a oltre cento verbali per vendita abusiva, a cui si aggiungono 29 rinvenimenti di merce abbandonata, per un totale di oltre 6.

500 articoli sequestrati tra bigiotteria, abbigliamento, giocattoli e alimenti (cocco). Due inoltre gli arresti in flagranza di reato e una denuncia a piede libero per detenzione di stupefacenti a fine di spaccio a carico di altrettanti spacciatori che proprio in spiaggia avevano avviato la loro attività di “commercio” illegale.

  

.

Leggi Anche

San Giovanni 2019 a Torino: il programma tra farò, droni e corteo storico

San Giovanni 2019 a Torino: il programma tra farò, droni e corteo storico

Torino – Arriva l’estate, ritorna San Giovanni, l’attesa festa patronale della Città di Torino. Non …