Home / Benessere / Corpo / Rapallo: il 19 inaugurazione dell’opera di Sturla donata all’ospedale
Rapallo: il 19 inaugurazione dell'opera di Sturla donata all'ospedale

Rapallo: il 19 inaugurazione dell’opera di Sturla donata all’ospedale

Dall’ufficio stampa dell’Asl 4 riceviamo e pubblichiamo

Venerdì 19 aprile presso l’Ospedale di Rapallo si svolgerà il Simposio Nazionale “Mysterium Iniquitatis” Il Male, la Cura e la Bellezza.

L’iniziativa scaturisce nell’ambito del nuovo spazio ospedaliero “Arte come cura dell’Anima” inaugurato lo scorso luglio e culminato con la donazione di opere di artisti di fama internazionale.

Ora, a queste opere s’aggiunge un murales donato da uno tra i più noti artisti italiani e di origine chiavarese: Luiso Sturla.

L’inaugurazione dell’opera donata da Luiso Sturla si terrà al termine del Simposio Nazionale presso l’Ospedale di Rapallo, Nostra Signora di Montallegro, in Via San Pietro 8, alle ore 12,30.

Relazione dell’illustrissimo Prof. Alessandro Di Chiara sul Simposio Nazionale.

Simposio Nazionale Mysterim iniquitatis: il male, la cura, la bellezza

L’Asl4, Sistema Sanitario Regione Liguria, organizza per il prossimo 19 aprile 2019 ore 9.30-15.30 un Simposio Nazionale che desidera tematizzare il rapporto che intercorre tra il male, la malattia, la cura e la bellezza. L’iniziativa scaturisce nell’ambito del nuovo spazio ospedaliero “Arte come cura dell’Anima” inaugurato lo scorso luglio e che ha visto l’apertura del Giardino pensile dell’Ospedale Madonna di Montallegro di Rapallo, via San Pietro 8, ubicato presso il piano terra, che l’Asl4  ha aperto alla pubblica fruizione dei degenti e degli ospiti della struttura ospedaliera. Per tale evento è stata collocata nello spazio del Giardino una scultura donata dall’artista Giordano Montorsi la cui opera può essere fruita sia attraverso la percezione visiva che attraverso l’ascolto di note musicali donata dal musicoterapeuta Enzo Crotti in grado di stimolare le sensazioni verso un processo di autoconoscenza e di consapevolezza del sé. In questo spazio, dove sono già state collocate delle panchine, il degente e l’ospite possono rilassarsi attraverso la contemplazione della magnificenza dei colori della natura che, come è noto ha un effetto armonico ed equilibrante della psiche, soprattutto nelle stagioni primaverili ed estive. Inoltre, all’interno del piano terra, alcuni tra i maggiori artisti viventi hanno donato le loro opere per dischiudere verso una pittura simbolica e cromatologica capace di stimolare il fruitore verso un’estetica della cura della mente e dell’anima. Gli artisti già presenti che hanno donato le loro opere sono Jane McAdam Freud, figlia del pittore Lucian e pronipote del fondatore della psicoanalisi, Sigmund Freud, che ha realizzato un murales che rintraccia il particolare rapporto tra la psicoanalisi e la psicologia archetipica; Pietro Lenzini ha realizzato un olio su tela dedicato alla redenzione di San Sebastiano. Mentre il poeta Francesco Giusti ha donato i suoi versi nella calligrafia di una parete dove la parola stimola alla riflessione interiore come cammino verso la contemplazione della forma che si fa spazio della cura.

Ora, a queste opere s’aggiunge un murales donato da uno tra i più noti artisti italiani e di origine chiavarese: Luiso Sturla. L’opera sarà inaugurata al termine del Simposio che vedrà la partecipazione, dopo il Saluto delle Autorità, della Dott.sa Bruna Rebagliati, Direttore Generale dell’Asl4, dell’ideatore e direttore scientifico del progetto, il filosofo e accademico prof. Alessandro Di Chiara, noto per ricercare nella sua prospettiva ermeneutica-filosofica le cause e i principi che regolano il rapporto tra la bellezza e la cura morale e spirituale dell’uomo, il quale si soffermerà a interpretare Il male e la soteriologia della bellezza. Mentre il prof. Carlo Angelino relazionerà su Hegel e Leopardi . Pensiero e poesia di fronte al “malum mundi”. Successivamente alla due relazioni principali ci sarà una tavola rotonda che prevede gli interventi delle Dott.se Anna Badini, e Federica Mariano, e dell’artista terapeuta Satyamo Hernandez. Il Simposio sarà Coordinato dalla Dott.sa Paola Tognetti, Direttore S.C. di Medicina Fisica e Riabilitazione. L’evento, costituisce un progetto formativo accreditato ECM, in grado di costruire le competenze professionali per gli operatori dell’arte come esperti della cura del corpo e dell’anima. Bisogna evidenziare che l’iniziativa scaturisce da una esclusiva forma di volontariato culturale, che non ha usufruito di finanziamenti da parte di istituzioni comunali, statali o private.

Leggi Anche

Bigiotteria non sicura, scatta il maxi sequestro

Bigiotteria non sicura, scatta il maxi sequestro

COLLE DI VAL D’ELSA — Oltre 21mila articoli di bigiotteria non rispondenti ai requisiti minimi …