Home / Maternità / Gravidanza / Ridatazione della gravidanza con l’ecografia
Ridatazione della gravidanza con l'ecografia

Ridatazione della gravidanza con l’ecografia

Dottor Gaetano Perrini

Cara signora, la gravidanza inizia generalmente con il concepimento che avviene in fase ovulatoria. Normalmente l’ovulazione avviene intorno al 14º giorno e pertanto si dà per scontato nei conteggi dell’epoca di gravidanza che tutto coincida. Così si fa per convenzione. Tuttavia la donna può ovulare non in 14ª giornata ma più avanti o prima,
pertanto al controllo ecografico i valori potrebbero non coincidere con quelli ricavati dai conteggi ed e’ necessario quindi datare la la gravidanza in base a quello che emerge.
Generalmente per convenzione si ridata per multipli di sette giorni, cioè per settimane di gravidanza.
Questo significa che dieci giorni di differenza diventano sette giorni, mentre 5 giorni di differenza non rendono opportuna la ridatazione.
Quindi nel suo caso penso che si tratti solo di una ridatazione (avra’ ovulato in un momento diverso dal previsto ) non di un problema di scarsa crescita del suo bambino.
Auguroni !

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Leggi Anche

Interruzione volontaria di gravidanza: replica ASP a UDI

Interruzione volontaria di gravidanza: replica ASP a UDI

Interruzione volontaria di gravidanza: replica del direttore dell’unità operativa di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di …