Home / Maternità / Bambini / ROUNDUP: la Confederazione potrebbe presentare le regole sulla vaccinazione contro il morbillo per i bambini a maggio

ROUNDUP: la Confederazione potrebbe presentare le regole sulla vaccinazione contro il morbillo per i bambini a maggio

BERLINO (dpa AFX) – I piani per l’obbligo di vaccinazione contro il morbillo in Germania diventano più concreti. All’inizio di maggio è prevista una proposta del ministro federale della sanità responsabile Jens Spahn (CDU). Spahn si è espressa a favore delle vaccinazioni obbligatorie contro il morbillo per i bambini nei centri diurni e nelle scuole. Anche l’SPD lo supplica. Tuttavia, il presidente della CSU Markus Söder è scettico. Attualmente non esiste una posizione unica tra i paesi. Alcuni vogliono aspettare la proposta del governo federale. In ogni caso, ciò faciliterebbe una soluzione a livello nazionale.

Oltre al parlamento dello stato del Brandeburgo, il governo della Renania Settentrionale-Vestfalia ha deciso di introdurre una vaccinazione obbligatoria. Attualmente, il paese sta ancora testando. Il ministro della famiglia Joachim Stamp (FDP) ha dichiarato al “Rheinische Post”: “Sono favorevole alla vaccinazione generale – questo vale anche per le scuole materne”. Il ministro della NRW Karl-Josef Laumann (CDU) è favorevole.

Il presidente della SPD, Andrea Nahles, sostiene il progetto di Spahn. “Penso che sia giusto introdurre la copertura vaccinale per malattie molto contagiose come il morbillo”, ha detto alla Süddeutsche Zeitung (lunedì). Non si tratta solo della salute dei bambini, ma anche della protezione delle persone anziane con un sistema immunitario indebolito dalle infezioni. Il ministro federale della famiglia Franziska Giffey (SPD) ha confermato in un’intervista con la rete editoriale Germania (sabato): “L’azione statale è necessaria se il rischio di mettere in pericolo altri bambini nelle scuole materne, nelle scuole o in altre strutture non può essere controllato in modo diverso”.

Il capo CSU Söder, d’altra parte, pubblicizza per le vaccinazioni volontarie, ma vede un obbligo di vaccinazione scettico. Al momento non c’è motivo di farlo, ha detto il primo ministro bavarese domenica a Monaco. Il tasso di vaccinazione è ancora sufficiente, quindi non è necessario prendere in considerazione tali misure.

Il morbillo è altamente contagioso e può essere fatale in rari casi. Tuttavia, una compulsione al vaccino contro il morbillo non dovrebbe essere facile da far rispettare. Il servizio scientifico del Bundestag ha già fatto riferimento a problemi costituzionali due anni fa. Tuttavia, gli esperti non hanno escluso la possibilità di far rispettare il dovere di vaccinare determinate malattie.

Per i bambini dell’asilo nido, questo potrebbe ancora funzionare, ma potrebbe essere più difficile per i bambini delle scuole. E oltre al problema legale si aggiunge che il vaccino si svolge in più passaggi e solo allora ha effetto. Bisogna anche decidere del vaccino e se ci sono vaccinazioni triple o quadruple.

Il Brandeburgo era in vantaggio giovedì. Il parlamento statale ha chiesto al governo statale rosso-rosso a larga maggioranza di creare le condizioni per la vaccinazione come prerequisito vincolante per la visita di centri diurni e asili fino a una soluzione federale. Allo stesso tempo, il governo statale introdurrà un’iniziativa del Consiglio federale. Il ministro per l’istruzione della Turingia, Helmut Holter (a sinistra) ha sostenuto domenica che il suo governo statale sostiene l’iniziativa.

Una vaccinazione obbligatoria per i bambini dell’asilo andrebbe oltre ciò che il governo federale aveva già deciso nella passata legislatura su regole più severe. Da allora, i genitori che vogliono mandare i loro figli agli asili devono, tra le altre cose, essere in grado di dimostrare i consigli di vaccinazione obbligatoria. Anche in questo caso, il governo federale ha impostato il quadro nazionale per questo, che gli stati dovrebbero quindi implementare.

Dopo un’epidemia di morbillo nello Schleswig-Holstein, il CDU dell’opposizione di Amburgo ha chiesto la vaccinazione di tutti gli impiegati urbani che lavorano con i bambini. Inoltre, la visita ad un asilo nido per bambini dovrebbe essere possibile solo con lo “stato di vaccinazione perfettamente dimostrato”, ha detto la portavoce della salute Birgit Stöver the dpa. Secondo il Senato di Amburgo, il tasso di vaccinazione è del 93,5%. Questo non è “abbastanza oggi per prevenire completamente l’infezione, per non parlare di sradicare completamente il morbillo”, ha detto Stöver.

Il senatore della sanità di Berlino, Dilek Kolat (SPD), ha affermato: “In linea di principio, non ho nulla contro la vaccinazione, ma ora stiamo aspettando il disegno di legge a livello federale”. Se la vaccinazione obbligatoria a livello nazionale, Berlino li mise in giro. In Bassa Sassonia, il ministro della sanità Carola Reimann (SPD) vuole solo discutere della vaccinazione obbligatoria se c’è un peggioramento a lungo termine della situazione. Il ministro della salute dell’Assia Kai Klose (Verdi) vuole fornire una migliore istruzione per quote di vaccinazione più elevate. “Dal nostro punto di vista, la vaccinazione non è attualmente proporzionata e non necessaria”, ha dichiarato a dpa./rm/DP/he

Leggi Anche

"Miss Popper", la scrittrice per bambini innamorata della natura

“Miss Popper”, la scrittrice per bambini innamorata della natura

MILANO – Quanto ci piacciono i film che ci raccontano le storie di personaggi famosi, …