Home / Viaggiare / Sardegna in camper: come organizzarsi al meglio per il viaggio
Sardegna in camper: come organizzarsi al meglio per il viaggio

Sardegna in camper: come organizzarsi al meglio per il viaggio

La Sardegna è una di quelle località che andrebbe vissuta girovagando perché ogni angolo è prezioso e perderselo sarebbe un vero peccato. Visti inoltre i costi degli alloggi durante la stagione estiva viaggiare in questo modo permetterebbe di risparmiare non poco, specialmente se si è in famiglia. Muovendosi con il camper si può risparmiare sul costo dell’alloggio, sui pasti ed è possibile vivere l’isola un po’ alla giornata in base al meteo e alla voglia.

Questo, tuttavia, non significa che consigliamo di partire ad occhi chiusi rispetto a quanto vi sia da vedere e visitare, anzi, il consiglio è quello comunque di stabilire una sorta di itinerario. Un piano almeno abbozzato permette di non sprecare tempo e di non perdere le cose più belle da vedere. Vediamo come organizzarsi al meglio per una vacanza in camper in Sardegna.

Raggiungere l’isola: traghetto per i camper

La Sardegna è un’isola, quindi le alternative per raggiungerla non sono tante: o si prende l’aereo oppure si arriva via mare. Anche se sembra strano, in verità la prima opzione è quella che generalmente si rivela più sconveniente: questo perché sia il viaggio in aereo che il noleggio dei camper in loco hanno costi molto alti. È per questo motivo che la maggior parte dei camperisti decide di raggiungere la Sardegna in traghetto con il proprio camper: è comodo, più economico e decisamente più conveniente!

I traghetti che offrono la possibilità di viaggiare con il proprio camper, nella formula open deck sono diversi, basta fare una piccola ricerca per sapere quali sono, quali tratte coprono, in quali giorni e con che orari. Come fare? Il metodo migliore è quello di fare riferimento a portali come Traghetti Sardegna: basta inserire la data in cui vogliamo partire per trovare tutte le offerte più vantaggiose e scegliere la compagnia che propone il prezzo più economico per viaggiare insieme al nostro camper. Durante la navigazione si può restare sul mezzo, usufruendo dei servizi della nave per una traversata confortevole e tranquilla.

Alcune compagnie di traghetti per il trasporto camper

Come anticipato, conviene confrontare le tariffe su un unico portale perché le compagnie di traghetti per la Sardegna sono diverse. L’alternativa sarebbe quella di andare su ogni sito web e segnarsi i prezzi di volta in volta: un enorme lavoro ed un’inutile perdita di tempo visto che ci sono servizi gratuiti che fanno tutto al posto nostro. Vediamo quindi quali sono le principali compagnie di traghetti per la Sardegna per viaggiare con il camper, in modo da capire quali possibilità abbiamo per viaggiare e arrivare comodamente sull’isola.

Moby – La compagnia di traghetti Moby è quella che garantisce il maggior numero di collegamenti tra l’Italia e la Sardegna, con partenze dai porti di Genova, Livorno, Civitavecchia e Piombino. Si tratta di una compagnia solida e ben gestita: una delle migliori probabilmente per arrivare sull’isola.
GNV – La compagnia di traghetti Grandi Navi Veloci gestisce la tratta Genova-Porto Torres ed effettua collegamenti con l’isola solamente nel periodo estivo, da fine maggio a metà settembre. Sono previste 3 corse alla settimana, sempre in orario notturno, che però vengono spesso aumentate a 5 nei mesi di maggior afflusso turistico. La traversata da Genova a Porto Torres con GNV ha una durata di circa 12 ore.
Grimaldi Lines – La compagnia Grimaldi Lines è una delle più famose e gestisce tutto l’anno due tratte: Livorno-Olbia e Civitavecchia-Porto Torres. I tempi di percorrenza variano a seconda della distanza da ricoprire, ma sui traghetti Grimaldi Lines non ci si rende nemmeno conto di essere in viaggio. I traghetti sono infatti dotati di tutti i comfort per consentire un viaggio tranquillo e senza pensieri.

Leggi Anche

poggibonsi viaggiare studio crescita intercultura

poggibonsi viaggiare studio crescita intercultura

Da Siena, al mondo! Anche nella provincia di Siena infatti si conferma il desiderio delle …