Home / Maternità / Gravidanza / Sempre più donne fumano marijuana durante gravidanza, studio cerca di capire il perché
Sempre più donne fumano marijuana durante gravidanza, studio cerca di capire il perché

Sempre più donne fumano marijuana durante gravidanza, studio cerca di capire il perché

Anche se è sconsigliato fortemente non fumare durante la gravidanza, paradossalmente l’utilizzo di marijuana si sta diffondendo sempre di più negli ultimi anni tra le donne incinte. Un nuovo studio, pubblicato su Drug and Alcohol Dependence, intende affrontare proprio questa “abitudine” per capirne in maniera sistematica la diffusione ma anche i motivi che possono spingere le future madri a fumare erba.
Lo studio, con non poche difficoltà dato che spingere a parlare di questa cosa non è proprio facile, conferma che le madri considerano il fumare la marijuana qualcosa di innocuo, in particolare nei confronti del feto.

Lo conferma Judy Chang, professore associato di ostetricia, ginecologia e scienze della riproduzione, una delle autrici dello studio: “Ciò che queste donne hanno espresso è che non consideravano la marijuana come una droga. La percepiscono come qualcosa di molto naturale, quasi a base di erbe, della terra, e come risultato dell’essere più naturale la considerano più sicura – anche più sicura dei farmaci prescritti, che vedono invece come sostanze chimiche”.

La ricerca conferma inoltre che le donne incinte che utilizzano marijuana erano già fumatrici, in ogni caso, della stessa sostanza già prima di rimanere incinta.
Per quanto riguarda le motivazioni che stanno dietro a questa abitudine, le maggior parte delle donne oggetto dello studio rispondeva che fumare marijuana rende loro più felici aiutando a gestire fasi quali dolori cronici, nausea, maggiore appetito o finanche la depressione.

La stessa ricercatrice dietro lo studio conferma che prove definitive riguardo a gravi danni nei riguardi del feto con l’utilizzo di marijuana durante la gravidanza non sono state ancora trovate anche se sono stati redatti negli anni 80 e 90 almeno quattro studi di grande portata che suggerivano che il feto può subire effetti neurocognitivi duraturi.

Fonti e approfondimentiNew study explores why women use marijuana during pregnancy (IA)Beliefs and attitudes regarding prenatal marijuana use: Perspectives of pregnant women who report use – ScienceDirect (DOI: 10.1016/j.drugalcdep.2018.11.028) (IA)Marijuana non riduce le possibilità di rimanere incinta (23/1/2018)Sostanze chimiche industriali PFAS passano dalla madre al feto durante gravidanza (4/2/2019)Donne incinte possono usare sauna, fare bagni caldi e allenarsi durante stagione calda (2/3/2018)Insonnia nella tarda gravidanza, 64% delle donne ne soffre (29/1/2018)Ritardare la scelta di fare un figlio può portare a nascite multiple (12/9/2018)Olio di pesce e integratori probiotici assunti durante gravidanza contrastano rischi di allergie nei bambini (1/3/2018)Pesce mangiato durante gravidanza è fonte di benefici grassi polinsaturi per nascituro (21/9/2018)Esposizione delle madri a sostanze in prodotti per igiene può causare pubertà precoce nei figli (5/12/2018)Tracce di marijuana nel latte materno presente fino a sei giorni dopo l’utilizzo (29/8/2018)Virus del Nilo occidentale causa danni al cervello fetale nei topi come Zika (31/1/2018)

Leggi Anche

Qual è lo sport migliore da praticare in gravidanza e dopo il parto?

Qual è lo sport migliore da praticare in gravidanza e dopo il parto?

Lo specialista suggerisce le attività più sicure da svolgere nell’arco dei 9 mesi, ricordando quelle …