Home / Shopping / Shopping di ‘lusso’, ecco le città più care al mondo
Shopping di 'lusso', ecco le città più care al mondo

Shopping di ‘lusso’, ecco le città più care al mondo

Parigi, Singapore e Hong Kong, sono queste – a pari merito – le tre città più care del 2019.

Ad affermarlo è l’Economist Intelligence Unit che, nel suo rapporto semestrale, confronta il prezzo di oltre 150 prodotti in vendita in 133 metropoli di tutto il mondo.

A dominare il vertice della classifica sono l’Asia e l’Europa con Francia, Malesia e Cina che si meritano un ex equo. Nella top ten figurano anche le svizzere Ginevra e Zurigo e, al settimo posto, la capitale danese Copenaghen.

Parigi, la città più costosa d’Europa

Non è necessario fare shopping nei negozi di lusso degli Champs Elysées. Per svuotare il portafogli, a Parigi, è sufficiente acquistare ogni genere di prodotto: dal pane all’automobile, passando dall’acquisto di una casa all’affitto di un monolocale. Il risultato è lo stesso: tutto è carissimo. Per l’Economist, la capitale francese è, dal 2003, in vetta alla classifica del ‘Worldwide cost of living report’.

“Vivere nella capitale francese è estremamente costoso, eccezione fatta per alcol, trasporti e tabacco”,

spiegano i ricercatori dopo aver analizzato i consumi di una famiglia media di tre persone.

Tra le prime dieci città più care ci sono solo due statunitensi: New York al nono posto e Los Angeles al decimo.

La classifica

Singapore Parigi Hong Kong Zurigo Ginevra Osaka Seoul Copenhagen New York Tel Aviv Los Angeles

Più economica è l’Italia, dove il costo della vita è ancora accessibile: per trovare il primo capoluogo del Belpaese bisogna scorrere la classifica fino al 22esimo posto dove si incontra Milano.

Anche Istanbul e Mosca diventano più accessibili grazie alla volatilità valutaria e all’inflazione. Le sanzioni economiche imposte alla Russia hanno avuto un impatto anche sul costo della vita dei suoi abitanti.

La classifica annovera anche le città meno care: al primo posto si piazzano la capitale siriana Damasco e quella venezuelana, Caracas. Qui gioca un ruolo fondamentale la situazione politico sociale che si ripercuote sul costo della vita. In India ci sono tre delle città più economiche, ma anche più povere, del pianeta (Chennai, Dehli, Bangalore), a queste si aggiungono Lagos, in Nigeria, e Buenos Aires.

“L’instabilità politica sta diventando un fattore sempre più rilevante per la riduzione del costo della vita. Ciò significa che esiste un considerevole elemento di rischio in alcune delle città più economiche del mondo. In parole povere, le città più economiche tendono anche a essere meno vivibili”,

si legge ancora nel rapporto. Ecco com’era la situazione nel 2018.

Leggi Anche

Benvenuti nei Templi dello shopping: strutture geneticamente manipolate

Benvenuti nei Templi dello shopping: strutture geneticamente manipolate

di Saverio Pipitone – Con questo articolo comincio nel Blog un excursus a più puntate …