Home / Shopping / Shopping & lifestyle al centro della strategia di Via Outlets (GuidaViaggi.it)
Shopping & lifestyle al centro della strategia di Via Outlets (GuidaViaggi.it)

Shopping & lifestyle al centro della strategia di Via Outlets (GuidaViaggi.it)

Via Outlets, in quanto nuovo operatore di destinazioni per lo shopping, presenterà il proprio portfolio di destinazioni per gli acquisti al Summit Internazionale del World Travel Tourism Council, che si terrà a Siviglia dal 3 al 4 aprile.

Nuovo membro attivo del Wtt Council, Via Outlets sta sviluppando una strategia dinamica per il turismo incentrato sullo shopping lifestyle che abbraccia l’intera industria turistica, dando vita ad alleanze preziose e impostando gli standard futuri.

La caratteristica di Via Outlet è quella di intendere i propri outlet in stile “beautifully local” (“ispirati alla bellezza locale”), posti strategicamente in nove Paesi europei, in zone cardine del turismo quali Praga, Lisbona, Palma di Mallorca, Amsterdam e Siviglia. La società rimarcherà anche l’importanza del turismo degli acquisti, non solo come una possibilità per aumentare il numero di visitatori e la loro soglia di spesa, ma anche come contributo per lo sviluppo internazionale e sostenibile di nuove destinazioni.

Sono 580 le diverse partnership con i marchi più disparati che permetteranno al visitatore di accedere alla gamma di brand leader della moda e anche a stilisti locali. Oltre all’esperienza “ispirata alla bellezza locale”, i centri commerciali Via Outlets offrono un ventaglio di caffetterie e ristoranti tipici, spazi Premium dove rilassarsi ed eventi per tutto l’anno. L’architettura e gli arredi di molti centri riflettono la storia e la cultura dinamica del luogo, mentre altri centri fanno del proprio punto di forza i paesaggi che li circondano, come per esempio Landquart, nei pressi di Zurigo.

Per i visitatori sono previsti servizi personalizzati: a partire dalle Vip lounge a uffici in loco per il rimborso dell’Iva, fino al servizio babysitter e al concierge. Senza dimenticare le navette, il deposito bagagli, il servizio sartoria, personale multilingue e orari di apertura prolungati per garantire al turista di usufruire al massimo della propria esperienza.

Secondo l’Organizzazione Mondiale del Turismo, il turismo degli acquisti sta passando dall’essere un fattore accessorio a essere determinante per il turista nel momento della decisione della destinazione preferita. Una tendenza che si riflette nei 6 milioni di acquirenti internazionali nei centri Via Outlets fra i 30 milioni di visitatori lo scorso anno.

 

 

 

 

Leggi Anche

Turismo: le abitudini e le dinamiche di acquisto del tax free shopping

Turismo: le abitudini e le dinamiche di acquisto del tax free shopping

Globe Shopper cinesi, russi e arabi in visita a Firenze analizzati nel “Cross Cultural Training” …