Home / Shopping / Gioielli e Bigiotteria / «Signora, la aiuto io a portare la spesa». Poi le ruba i gioielli
«Signora, la aiuto io a portare la spesa». Poi le ruba i gioielli

«Signora, la aiuto io a portare la spesa». Poi le ruba i gioielli

TRIESTE Prima si offre gentilmente di aiutarla a portare le borse della spesa, poi le ruba catenine, spille e anelli d’oro. È la tecnica adottata da una giovane ladra riuscita a far cadere nella rete un’anziana triestina.

Tutto è accaduto venerdì mattina, poco dopo le 13. L’anziana, come da abitudine, ha fatto la spesa nel supermercato Despar di piazza San Giovanni, con l’intenzione poi di rientrare verso casa prendendo uno dei taxi in attesa in via Gallina. Prima di salire a bordo della vettura, però, è stata avvicinata da una giovane descritta da alcuni testimoni come bassa e in carne, che si è offerta di aiutarla a portare le pesanti borse. «Chissà come le pesano, la aiuto io», le avrebbe detto sottraendone dalle mani i sacchetti con gli alimenti acquistati poco prima. L’anziana, forse confusa e compiaciuta difronte a tanta gentilezza, ha ceduto senza fare troppa resistenza le sue borse alla giovane. Di lì la ladra ha avuto la strada spianata.

Sono bastate poche battute scambiate durante il breve tragitto fino al taxi per entrare in sintonia con l’anziana e convincerla a farsi accompagnare fino a casa. Dove poi la finta benefattrice si sarebbe offerta di fare il “lavoro completo”, portando cioè le pesanti borse fino al pianerottolo di casa. Così le due sono salite in uno dei vicini taxi e, una volta arrivate a destinazione, sono salite in casa dell’anziana. E una volta lì, mettere a segno il colpo per la giovane ladra è stato un gioco da ragazzi.

Distratta la vittima, la malvivente si è impossessata dei suoi gioielli in oro, conservati in camera. Poche parole, il tempo per l’anziana di ringraziare la ragazza per quello che doveva essere un favore, e poi la ladra, salutando, se ne è andata. Solo a quel punto la signora in età si è accorta di quanto le era successo, e ha compreso che dietro a tanta gentilezza non c’era altro che l’intenzione di derubarla. A quel punto ha avvisato subito la polizia che si è precipitata a casa a per rassicurarla e raccogliere la sua testimonianza.

La donna, ancora sotto choc, ha ripercorso quanto accaduto, cercando di ricordare e fornire ogni dettaglio utile all’identificazione della malvivente. Già ieri pomeriggio gli uomini della questura hanno passato in rassegna tutto il percorso che la signora e la ladra hanno fatto insieme. Si sono recati in piazza San Giovanni raccogliendo le testimonianze di commercianti e tassisti. Hanno acquisto le immagini delle videocamere degli esercizi commerciali che si affacciano sulla piazza, e che possono aver ripreso il momento in cui la giovane ha avvicinato la donna, e le successive mosse.

Non solo: la polizia ha rintracciato pure la tassista che ha accompagnato la coppia e che, a bordo della sua autovettura, ha istallato per sicurezza personale una piccola videocamera. Le indagini sono in corso. Intanto la questura – che verificherà anche se la ladra si sia avvalsa di un complice -, mette in guardia tutti gli anziani, specie quelli che vivono soli, specificando che casi analoghi si sono già verificati a Trieste. Importante quindi non dare confidenza a sconosciuti e chiedere aiuto a parenti o forze dell’ordine in caso di sospetti.

 

Leggi Anche

In centro apre Pandora ed è subito boom di gioielli fatti a cuore

In centro apre Pandora ed è subito boom di gioielli fatti a cuore

LUCCA. In fila dalle nove, un’ora prima dell’apertura, per acquistare un gioiello a forma di …