Un nuovo primario per Ostetricia e ginecologia

Enrico Di Mambro avrà il compito storico di integrare le attività nelle due aziende, Ulss 18 e Ulss 19, che varano la fusione e realizzare una rete di servizi a livello provinciale che valorizzi tutte le potenzialità di Rovigo, Trecenta e Adria


Rovigo – Il medico Enrico di Mambro è il nuovo direttore della Unità operativa complessa del reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Rovigo e Trecenta. Enrico di Mambro raccoglie il prestigioso testimone a lui consegnato dal precedente dirigente Giancarlo Stellin, dopo 42 anni di servizio presso l’azienda Ulss 18 di Rovigo. 

“Al dottor Stellin – dice il direttore generale dell’Ulss 18 Antonio Compostella – vanno la stima e il ringraziamento della direzione e dell’Azienda tutta per il lavoro svolto, oltre che al grato saluto di tutti i colleghi”.

Enrico di Mambro ha preso servizio lo scorso 1° ottobre 2016, dopo aver sostenuto brillantemente la selezione che lo ha portato alla direzione della struttura complessa rodigina di ostetricia e ginecologia.

“Il compito che attende il dottor Enrico di Mambro è sicuramente impegnativo – spiega la nota dell’azienda sanitaria – Questo illustre professionista, che fino al mese scorso ha ricoperto le funzioni apicali all’unità di ostetricia e ginecologia adriese, ha il compito storico di integrare le attività nelle due aziende che varano la fusione”.

“Per facilitare questo compito il nuovo direttore Enrico di Mambro dal momento del suo insediamento a Rovigo ha comunque sempre garantito una presenza attiva e costante anche ad Adria”.

Il suo impegno è quello di realizzare una rete di servizi a livello provinciale che valorizzi tutte le potenzialità di Rovigo, Trecenta e Adria. Le doti professionali e scientifiche del dottor Di Mambro sono assolutamente notevoli.

“Desidero lavorare – ha detto al momento dell’insediamento – in un’ottica di collaborazione, integrazione e coesione con tutte le realtà materno infantili del territorio provinciale. Il mio impegno professionale sarà quotidiano nel valorizzare le professionalità esistenti, l’espressione delle esigenze della società civile, dell’associazionismo e delle municipalità per offrire un servizio che sia efficace, accogliente, efficiente”.

Di Mambro è nato nel 1956. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia, a seguire, si è specializzato in ostetrica e ginecologia, e ha approfondito anche le tecniche di colcoscopia e patologia cervicale, psicoterapia mansionale integrata per le patologie sessuali. Ricercatore per la Regione Veneto e il Cnr per l’impatto delle forze d’intervento sanitario in situazioni di crisi, ha svolto la stessa funzione di ricerca e studio per l’istituto farmacologico “Mario Negri” di Milano. E’ autore di molteplici pubblicazioni scientifiche, ha svolto inoltre attività di docenza in scienze infermieristiche ed è esperto riconosciuto di tecniche endoscopiche.